martedì, 27 Febbraio 2024
HomeVeicoliMAN attiva gli angeli custodi a bordo

MAN attiva gli angeli custodi a bordo

Sicurezza e centralità dell’autista sono due elementi chiave nello sviluppo di MAN Truck & Bus. Ecco il sistema di assistenza alla guida di ultima generazione e l’introduzione di Optiview, gli specchi retrovisori digitali

Chiamateli assistenti alla guida, ADAS o come volete. Da diversi anni tutte le Case hanno introdotto dispositivi in grado di rendere sempre più “autonomo” il veicolo e, soprattutto, aumentare il livello di sicurezza e di reattività ad eventuali pericoli od ostacoli.
MAN Truck & Bus però ha fatto recentemente un balzo in avanti nello sviluppo di queste tecnologie, raggiungendo un livello di precisione e affidabilità quasi totale.

In questo processo di evoluzione tecnologica vengono introdotti anche gli specchi retrovisori digitali, dopo anni di ricerca per ottenere un prodotto eccellente e sicuro in tutti i suoi aspetti (visione notturna, disturbo dalle intemperie, controluce, eccetera); motivo per il quale il Leone di Monaco ha preferito ritardare la commercializzazione di questo accessorio che, come vedremo, è di fondamentale importanza, anch’esso, per la sicurezza propria e degli utenti della strada.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un pacchetto per ogni esigenza

Con un sistema modulare, fornito come optional, con funzionalità crescenti a partire dal classico ACC Stop&Go , il cruise control adattivo, fino al MAN Cruise che in pratica comprende tutti i sistemi che ora andremo a descrivere, i TGX e, in alcuni casi anche i TGM possono avere a bordo dei veri e propri “angeli custodi”.

Qui di seguito trovate una breve descrizione di ciascun dispositivo, mentre cliccando sul titolo potete vedere la scheda completa dello stesso:

ACC Stop&GO: Il Tempomat con regolazione automatica della distanza ACC (Adaptive Cruise Control) mantiene l’auto‐carro a una distanza di sicurezza costante dal veicolo che precede attraverso interventi automatici su motore e freni. Con la funzione integrata Stop and Go è possibile utilizzare il sistema in caso di traffico congestionato o code. Quando il traffico è fermo, l’autocarro frena autonomamente fino all’arresto e, in caso di soste di breve durata, riparte da solo. In questo modo è possibile evitare, entro i limiti del sistema, tamponamenti e mantenere la distanza di sicurezza e quindi agevolare la guida nei lunghi tragitti autostradali, in colonna e in ingorghi.

Turn Assist: A velocità di marcia fino a 30 km/h, il sistema di ausilio alla svolta monitora la zona laterale difficilmente visibile accanto al veicolo (lato accompagnatore) mediante sensori radar. Se i sensori durante la svolta riconoscono una situazione di pericolo, il conducente può essere tempestivamente allertato e può quindi prevenire un’eventuale collisione con altri utenti della strada. Entro i limiti del sistema, il sistema di ausilio alla svolta può aiutare il conducente a prevenire gravi inci‐denti con ciclisti o pedoni, in particolare nel traffico urbano.

LCS (Lane Change Support):  A partire da una velocità di 50 km/h, il sistema di avviso di cambio corsia LCS (Lane Change Support) monitora le corsie di marcia a sinistra e a destra del veicolo mediante sensori radar, fino a circa 30 m in avanti e circa 80 m all’indietro. Se i sensori durante il cambio di corsia riconoscono una situazione di pericolo, il conducente può essere tempestivamente allertato e può quindi prevenire un’eventuale colli‐sione con altri utenti della strada. A velocità di marcia fino a 30 km/h, il sistema di ausilio alla svolta monitora la zona laterale difficilmente visibile accanto al veicolo (lato accompagnatore) mediante sensori radar. Se i sensori durante la svolta riconoscono una situazione di pericolo, il conducente può essere tempestivamente allertato e può quindi prevenire un’eventuale collisione con altri utenti della strada. Il sistema di avviso di cambio corsia LCS e il sistema di ausilio alla svolta possono aiutare, entro i limiti del sistema, il conducente a prevenire incidenti con ciclisti, pedoni e altri utenti della strada.

LRA (Lane Return Assist): Il sistema di assistenza al rientro nella corsia di marcia LRA (Lane Return Assist) coadiuva il conducente nel mantenere la corsia di marcia e previene attivamente il cambio o l’abbandono involontario della corsia di marcia a partire da una velocità di 60 km/h. A tale scopo, la segnaletica orizzontale destra e sinistra viene monitorata tramite una telecamera. Il sistema di assistenza al rientro nella corsia di marcia riporta il veicolo nella corsia di marcia mediante correzione della coppia sterzante in caso di abbandono della corsia di marcia predefinita senza l’azionamento dell’indicatore di direzione, evitando così, entro i limiti del sistema, gravi incidenti o almeno riducendone le conseguenze.

Traffic Jam: L’assistente per la marcia in colonna in caso di traffico a singhiozzo mantiene la distanza necessaria dal veicolo che precede e mantiene il veicolo costantemente all’interno della corsia di marcia. Quando il traf‐fico è completamente fermo, l’autocarro frena autonomamente fino all’arresto e, in caso di soste di breve durata, riparte da solo. L’assistente per la marcia in colonna è un’estensione del Tempomat a regolazione della distanza ACC Stop & Go per aumentare il comfort alle basse velocità.

LCCPA (Lane Change Collision Prediction Assist): Con l’ausilio di sensori radar l’assistente anticollisione al cambio di corsia monitora la zona laterale sinistra e destra accanto alla corsia di marcia del veicolo. Se i sensori riconoscono una situazione di peri‐colo quando si avvia un cambio di corsia, il conducente può essere avvertito per tempo. Nel caso in cui nonostante l’avvertimento il conducente si sposti dalla corsia di marcia predefinita, anche azionando l’indicatore di direzione, il sistema di assistenza alla guida riporta il veicolo in tale corsia di marcia mediante correzione della coppia sterzante. A velocità di marcia fino a 30 km/h, il sistema di ausilio alla svolta monitora la zona laterale difficilmente visibile accanto al veicolo (lato accompagnatore) mediante sensori radar. Se i sensori durante la svolta riconoscono una situazione di pericolo, il conducente può essere tempestivamente allertato e può quindi prevenire un’eventuale collisione con altri utenti della strada.

MAN Creuise Assist: L’assistente al trasporto su lungo raggio MAN CruiseAssist comanda automaticamente fino alla velocità massima consentita la catena cinematica, i freni e lo sterzo in autostrada e sulle strade principali simili ad autostrade con delimitazione architettonica delle corsie di marcia. Mantiene costantemente il veicolo nella corsia di marcia attraverso interventi dolci dello sterzo e se necessario decelera fino ad arrestarsi dietro un veicolo fermo e riparte autonomamente. Il sistema si orienta rilevando la segnaletica orizzontale. Il conducente non deve più mantenere perma‐nentemente la corsia, la distanza e la velocità.

A me gli occhi

Il sistema di specchi digitale OptiView funziona con 5 telecamere esterne. Le immagini vengono inviate a due display posti in cabina: uno da 15 pollici a destra (lato passeggero) e uno da 12 pollici sulla sinistra: questo per creare una situazione di perfetto equilibrio all’occhio. Il display si divide in 4 quadranti e le immagini vengono zoomate in automatico quando la velocità supera i 60 km/h per ingrandire gli oggetti ed evitare possibili distrazioni. Le immagini della telecamera frontale sono collegate al display dell’infotainment.

 

Guardate l’intervista a Corrado Paolazzi, Product & Marketing Manager Truck di MAN Italia:

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile
X