mercoledì, 28 Febbraio 2024
HomeConstructionUn Renault Trucks D Wide Z.E. con cassone e gru per il...

Un Renault Trucks D Wide Z.E. con cassone e gru per il Gruppo Noblet

Renault Trucks e il Gruppo Noblet fanno un passo importante verso il trasporto a zero emissioni. L’azienda costruttrice di autocarri sta per consegnare al cliente, specializzato nel noleggio di macchine da cantiere, un D Wide Z.E. 6×2 da 26 tonnellate, con asse posteriore sterzante, dotato di cassone e gru. L’autocarro 100% elettrico è dotato di un pacco di 4 batterie da 66 kWh.

Grazie alla bassa rumorosità e all’assenza di emissioni di gas di scarico, il Renault Trucks D Wide Z.E. è ideale per servire i cantieri, in particolare nelle aree urbane e periurbane.

Con D Wide Z.E. zero emissioni di CO2 e zero rumore

Le operazioni di cantiere con gru e cassone, che non consentono di spegnere il motore, potranno ormai essere effettuate senza emissioni di CO2 e senza rumore. Il comfort dei lavoratori e la qualità della vita dei residenti locali ne risulteranno notevolmente migliorati. Per la fase di avvicinamento al cantiere, questi autocarri della gamma Renault Trucks Z.E. soddisfano le esigenze ambientali delle zone urbane a traffico limitato.

Noblet, azienda di noleggio di macchine e veicoli da cantiere con autista, punta proprio a “zero emissioni durante l’uso” avendo già identificato alcuni vantaggi comparativi: “Alcuni clienti, alcune città della regione di Parigi e alcuni cantieri particolari saranno disposti a pagare di più per attrezzature in gran parte decarbonizzate e, soprattutto, silenziose. Inoltre, in Francia possiamo usufruire di un ammortamento aggiuntivo che rappresenta un po’ più del 10% del prezzo di acquisto”, spiega Laurent Galle, presidente di Noblet.

Il gruppo Noblet si è orientato sul D Wide Z.E. dotato di 4 pacchi batteria da 66kWh che possono essere ricaricati in meno di 10 ore con una presa da 22 kW e in meno di 2 ore con una ricarica rapida (150 kW). L’autocarro, che sarà utilizzato nella regione dell’Ile de France, può essere facilmente ricaricato nelle vicinanze dei cantieri o presso alcune stazioni di Parigi specifiche per i veicoli industriali. La ricarica parziale di un’ora (22kW) permette, ad esempio, al veicolo di guadagnare da 15 a 20 km di autonomia, confermando l’energia elettrica come la tecnologia ideale per l’uso urbano.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X