giovedì, 18 Luglio 2024
HomeVeicoliCitroën Jumper: 30 anni di storia tutta da ripercorrere

Citroën Jumper: 30 anni di storia tutta da ripercorrere

Citroën celebra il 30° anniversario di Jumper, il successore degli iconici TUB e Type H.

Da quasi 100 anni, Citroën è al fianco tutti i professionisti con una gamma di veicoli commerciali robusti e innovativi, creati su misura per le esigenze specifiche di ciascun professionista. Questo è particolarmente evidente nel segmento dei furgoni, con modelli iconici come il TUB, vero pioniere dei veicoli commerciali, il celebre Type H, l’apprezzato C25 e Jumper, che oggi celebra il suo 30° anniversario e coglie l’opportunità di rinnovarsi con maggiore stile e connettività mantenendo lo stesso livello di funzionalità.

Grazie alla cronistoria ripercorriamo la saga di Jumper, che ha consentito a Citroën di rimanere al fianco di tutte le aziende per 30 anni e prosegue ancora oggi con il lancio di un nuovo e più innovativo Jumper.

1994: Jumper porta una ventata di modernità nel mercato dei furgoni

Quando viene presentato nel gennaio 1994, Jumper produce un effetto memorabile, introducendo nel mercato dei furgoni caratteristiche di design, comfort, ergonomia e piacere di guida ispirati al mondo delle autovetture. Considerando le lunghe ore trascorse dai professionisti a bordo dei propri veicoli, Citroën dedica particolare attenzione agli interni, con un’ergonomia simile a quella di una berlina, un migliore isolamento acustico e dotazioni mai viste per un furgone, come gli alzacristalli elettrici e l’aria condizionata.

Naturalmente il nuovo Jumper tiene in considerazione le esigenze di tutti i professionisti, offrendo un’ampia gamma di motorizzazioni (a benzina e diesel, inclusi i nuovi 2,5 L Diesel atmosferico e Turbo Diesel con tre valvole per cilindro, ideali per i carichi pesanti) e configurazioni della carrozzeria, per un totale di 58 diverse versioni di Jumper!

2002: motori ed equipaggiamenti senza precedenti

All’inizio degli anni 2000, Jumper subisce un’evoluzione grazie a un design rinnovato e, cosa più importante, l’adozione di due motori all’avanguardia: il turbo-Diesel a iniezione diretta 2.2 HDi e il motore a doppia alimentazione benzina/GPL 2.0i. Jumper è innovativo anche in termini di equipaggiamenti; infatti, è il primo modello nel suo segmento a offrire un sedile del conducente con ammortizzazione variabile, una telecamera o radar posteriori.

2006: un Jumper completamente nuovo che risponde meglio alle esigenze dei suoi tempi

Forte del successo della prima generazione, Citroën lancia un modello completamente nuovo, che risponde in modo ancora più puntuale alle esigenze dei professionisti. Il design combina modernità e praticità, introducendo ad esempio i gradini integrati nel paraurti per facilitare la pulizia esterna del parabrezza. La gamma dei volumi utili si espande, raggiungendo 17 m3 contro i precedenti 14 m3. Il nuovo Jumper è uno dei pochi modelli a trazione anteriore del suo segmento a consentire un peso totale a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate. La gamma dei motori diesel HDi si amplia con tre livelli di potenza: 100, 120 e 157 CV.

2014: un Jumper all’avanguardia con l’introduzione di aiuti alla guida avanzati

Sempre all’avanguardia, alla metà degli anni 2010 Jumper viene dotato di tutti i più moderni elementi: luci di marcia diurna a LED, touchscreen con sistema di navigazione integrato, Connect Box, vivavoce Bluetooth e USB, avviso di superamento corsia e sistema Stop & Start sui suoi motori e-HDi per un risparmio sui consumi pari a 0,5 litri/100 km in città.

2024: il Jumper e l’ë-Jumper entrano in una nuova era

Oggi Jumper acquista una dimensione inedita per rispondere in modo completo all’evolversi dei vincoli, delle esigenze e dei desideri dei professionisti. Recentemente Citroën ha lanciato un nuovo Jumper e un nuovo ë-Jumper.

Per un comfort di guida ancora maggiore, per la prima volta è disponibile su Jumper il cambio automatico, abbinato a due dei tre nuovi motori BlueHDi (140 e 180 CV, il motore da 120 CV è abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti).

Per i professionisti che desiderano adottare una mobilità sostenibile e ridurre i costi quotidiani, il nuovo ë-Jumper presenta una nuovissima motorizzazione 100% elettrica. Offre una potenza (200 kW/270 CV) e un’autonomia che rappresentano un punto di riferimento nel segmento. Il nuovo ë-Jumper può essere ricaricato dallo 0 all’80% in soli 55 minuti con un caricatore rapido da 150 kW.

Il nuovo Jumper segna una tappa importante in termini di connettività. Di serie la gamma Jumper termica è dotata di uno schermo da 5 pollici su cui vengono visualizzati i media utilizzati (radio, telefono connesso via Bluetooth ecc.). Le versioni di e-Jumper sono dotate di serie di un grande touchscreen da 10 pollici (optional per i diesel) con navigazione integrata e interfacce Apple CarPlay e Android Auto wireless.

Redazione
Redazionehttps://www.trasportale.it
Il canale di informazione e comunicazione multimediale del mondo del trasporto.
X