sabato, 25 Giugno 2022
HomeVeicoliVolvo Trucks introduce carburante BIO-DME

Volvo Trucks introduce carburante BIO-DME

Volvo Trucks è il primo produttore mondiale di mezzi pesanti a utilizzare il BIO-DME (DI-Metil-Etere) come carburante nei suoi veicoli. Contemporaneamente all'inaugurazione a Stoccolma della prima stazione di rifornimento di DME della compagnia petrolifera Preem, i primi cinque veicoli commerciali Volvo a DME si stanno mettendo in marcia sulle strade della Svezia. Il Bio-DME è un biocarburante estremamente interessante poiché riduce le emissioni di anidride carbonica di almeno il 95% rispetto al diesel.

“Per riuscire a diffondere un nuovo carburante, è necessario predisporre il sistema di produzione e distribuzione e veicoli appositamente modificati. Finalmente sono stati soddisfatti tutti e tre i requisiti per un test sul campo esclusivo e completo”, afferma Lars Mårtensson, Environmental Director di Volvo Trucks.

Il test sul campo si svolgerà in un periodo di due anni con lo scopo di dimostrare il potenziale di un investimento su larga scala nel DME prodotto dalle biomasse. Il progetto coinvolge l'intera catena tecnologica, dalla biomassa al carburante, in altre parole, dalla distribuzione, alle stazioni di rifornimento, fino ai veicoli e alle imprese di trasporti.

•Volvo Trucks contribuisce al progetto con camion FH che verranno sottoposti a test da clienti selezionati in varie regioni della Svezia.
•Il Bio-DME verrà prodotto nell'impianto di Chemrec. Il Gruppo Volvo è uno dei proprietari di Chemrec tramite la sua consociata, Volvo Technology Transfer.
•Preem costruirà apposite stazioni di rifornimento per consentire l'utilizzo dei camion nell'ambito delle normali operazioni regionali e locali.
•Le imprese di trasporto che parteciperanno inizialmente al test sul campo sono Green Cargo, DHL, Posten Logistik e Volvo Logistics tramite J-Trans.
“In generale, il Bio-DME è uno dei più promettenti biocarburanti di seconda generazione. Assicura elevata efficienza energetica ed emissioni di gas serra estremamente ridotte. Sono i fattori che teniamo maggiormente in considerazione durante le analisi che conduciamo sui carburanti alternativi possibili”, dichiara Lars Mårtensson.

Il prossimo autunno, Preem aprirà nuove stazioni di rifornimento a Göteborg, Jönköping e Piteå. Parallelamente, verrà incrementata la produzione di Bio-DME nell'impianto di Chemrec, a Piteå.

L'introduzione su vasta scala richiede decisioni a lungo termineLa valutazione del test sul campo e le decisioni a lungo termine delle autorità stabiliranno il grado di fattibilità della produzione su vasta scala del Bio-DME. Secondo l'Unione Europea, in linea di principio, il Bio-DME ha le potenzialità per sostituire entro il 2030 il 50% degli attuali consumi di carburante diesel nei trasporti commerciali pesanti. 

“Le sfide principali sono riuscire a lavorare con una prospettiva a lungo termine, produrre una grande quantità di biocarburante, garantire la distribuzione in un numero di stazioni di rifornimento sufficientemente elevato e allo stesso tempo promuovere la domanda”, dichiara Lennart Pilskog, Director of Public Affairs di Volvo Trucks.

“Per realizzare tutto questo, è necessario che le autorità forniscano linee guida ben precise e che i vari attori del mercati cooperino in modo attivo e coordinato”.

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X