mercoledì, 28 Febbraio 2024
HomeVeicoliUn MAN eTGE per delocalizzare l’attività vaccinale

Un MAN eTGE per delocalizzare l’attività vaccinale

Con questo veicolo, che viene impiegato per effettuare i vaccini ove necessario, MAN vuole dare un contributo importante al contenimento della pandemia Covid 19, perché grazie al MAN eTGE, 100% elettrico, è possibile portare a casa dei pazienti sia il vaccino sia il personale sanitario preposto alla somministrazione. Il veicolo elettrico MAN eTGE, appositamente allestito come centro vaccinale, è stato progettato per gestire l’attività di vaccinazioni della popolazione in modo decentrato. Per svolgere al meglio questa attività è stato equipaggiato con una serie di alloggiamenti per trasportare gli appositi contenitori dei vaccini, una dotazione di emergenza e uno spazio per accogliere fino a sei persone dell’equipe sanitaria preposta alla somministrazione del vaccino.

Inizialmente il veicolo verrà impiegato nelle aree di Fürstenfeldbruck e Dachau. Il personale medico della sede MAN Truck & Bus di Monaco, se necessario, sarà a supporto del personale sanitario incaricato di effettuare i vaccini. “Abbiamo sempre dato un contributo importante alla società con i nostri veicoli garantendo costantemente che gli scaffali dei supermercati siano sempre pieni, che le persone possano impiegare i mezzi pubblici per recarsi al lavoro e le forze di soccorso e i vigili del fuoco possono svolgere il loro importanti compiti”, sottolinea Andreas Tostmann, Chairman of the Executive Board of MAN Truck & Bus SE. “Per noi è quindi importante sostenere anche la strategia vaccinale nazionale fornendo un concetto innovativo di veicolo”.

Si tratta di una soluzione che può essere impiegata come valido strumento per intraprendere una campagna di vaccinazioni decentrata, andando a servire i numerosi pazienti ricoverati presso le case di riposo o strutture assistenziali ma anche la popolazione che abita in aree isolate o particolarmente distanti dai centri di vaccinazione.

Il veicolo elettrico MAN eTGE è completamente privo di emissioni nocive. L’autonomia di una carica della batteria è di circa 120 km. La ricarica del MAN eTGE viene effettuata tramite wallbox a CA da 7,2 kW e richiede circa cinque ore e mezzo. Se il punto di ricarica è a corrente continua, con presa di carica combinata e potenza di 40 kW, la ricarica dell’80% della batteria richiede 45 minuti al massimo. In questa particolare versione, specifica per l’attività vaccinale, il veicolo dispone di 6 posti per il personale sanitario, alloggiamenti specifici per frigoriferi portatili, materiale di emergenza, porte scorrevoli automatiche con gradino elettrico a scomparsa. Non è speciale solo il veicolo ma anche la partecipazione e la disponibilità del personale sanitario nel voler sviluppare questo tipo di attività.

Lo scorso ottobre MAN ha presentato un concetto simile di veicolo pensato e progettato non per la somministrazione del vaccino ma per effettuare i test rapidi di diagnosi della malattia. Entrambi i veicoli sono la dimostrazione dell’impegno e della volontà del costruttore di Monaco di contenere e sconfiggere la pandemia.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X