sabato, 3 Dicembre 2022
HomeVeicoliCon I-See Volvo Trucks fa risparmiare sul gasolio

Con I-See Volvo Trucks fa risparmiare sul gasolio

Il settore dei mezzi pesanti è alla continua ricerca di soluzioni in grado di ridurre i consumi di carburante. Un metodo consiste nell'utilizzare l'energia cinetica generata dal veicolo per farlo procedere. Volvo Trucks ha ora sviluppato I-See, che agisce come un pilota automatico, acquisendo priorità rispetto al cambio di marcia e utilizzando le pendenze per risparmiare carburante.
 
L'energia cinetica è il lavoro meccanico necessario per ridurre a zero la velocità di un oggetto. Quando un oggetto in movimento viene rallentato, la relativa energia cinetica si deve trasformare in un'altra forma di energia. Quando un veicolo frena, la sua energia cinetica viene trasformata in calore. Numerosi produttori del settore automobilistico stanno analizzando soluzioni che consentano di controllare e utilizzare l'energia cinetica, anziché rilasciarla come calore in eccesso.

“Se riusciamo a ottimizzare lo sfruttamento dell'energia cinetica, questo può contribuire a ridurre i consumi di carburante, a vantaggio sia dell'ambiente che dell'economia del settore. Si tratta di un fattore estremamente importante, soprattutto oggi che i costi per il carburante stanno diventando sempre più onerosi per le aziende di trasporto”, spiega Anders Eriksson, dello sviluppo prodotti presso Volvo Trucks.

Ed è esattamente questo il risultato che Volvo Trucks è riuscita a ottenere sviluppando la nuova soluzione I-See. Il sistema sfrutta l'energia cinetica del veicolo per “spingerlo” sulle salite, mentre nelle discese la stessa energia viene utilizzata per aumentare l'accelerazione.

L'energia cinetica può contribuire a un risparmio del 5%

I-See è collegato al sensore di inclinazione della trasmissione e ricava informazioni sulla topografia in modo digitale. Il fatto che il sistema non dipenda da mappe lo rende più affidabile, poiché le informazioni di cui dispone sono sempre aggiornate. I-See è in grado di richiamare circa 4000 pendenze, equivalenti a una distanza di 5000 chilometri.

“I-See è un pilota automatico collegato al cruise control del veicolo, che acquisisce priorità e gestisce cambi di marcia, acceleratore e freni sui tratti in pendenza, assicurando che tutto funzioni nel modo più efficiente possibile in termini di consumo di carburante. I-See ricorre il più possibile al funzionamento in folle, al punto da azzerare completamente il consumo di carburante su determinati tratti di strada”, spiega Hayder Wokil, Product Manager presso Volvo Trucks.
“Questo consente di ridurre fino al 5% il consumo di carburante. Tale dato si basa sui risultati di simulazioni e test eseguiti su strade pubbliche. I-See richiede l'utilizzo del cruise control e siamo consapevoli che i conducenti utilizzano mediamente questo strumento per la metà del tempo di guida. Per un veicolo adibito a operazioni normali, che copre 140.000 chilometri annui, il risparmio è pari a circa 1000 litri di carburante all'anno. Risulta evidente l'impatto che questo può avere sulla redditività di un'azienda di trasporti”, dichiara Hayder Wokil.

Massimo effetto su piccole pendenze

I-See esegue sei diverse operazioni per utilizzare al massimo l'energia cinetica. Ad esempio, accelera sulle salite, quindi mantiene una marcia alta il più a lungo possibile e funziona in folle sulle discese, in modo da sfruttare il peso del veicolo come motore di propulsione.

“I-See assicura risultati ottimali sui terreni ondulati. In caso di pendenze moderatamente lunghe e ripide, I-See massimizza il funzionamento in folle per lunghe distanze senza utilizzare il motore”, spiega Anders Eriksson, che ha svolto il ruolo di responsabile per lo sviluppo di I-See.

“È proprio questa capacità di funzionamento in folle che rende speciale il sistema”, aggiunge. Quando il veicolo avanza in folle, il consumo di carburante risulta praticamente azzerato, ma per effettuare questa operazione, occorre una notevole quantità di dati.

“È richiesta una considerevole precisione. Ad esempio, è necessario sapere se nel successivo tratto di strada la velocità diminuirà o aumenterà. Una pendenza con una percentuale minima può rivelarsi un fattore decisivo”, afferma Anders Eriksson.

Altri fattori che influiscono sono la resistenza all'aria e il peso del veicolo. Il sistema deve quindi tenere traccia di numerose informazioni ed elaborarle. I numerosi conducenti che proveranno I-See riconosceranno lo stile di guida che questo adotta.

“I-See imita lo stile di guida dei bravi conducenti. Questi sfruttano l'energia cinetica del veicolo, accelerando tempestivamente ed evitano cambi di marcia non necessari”, dichiara Hayder Wokil e continua:

“Tuttavia, diversamente da un conducente, I-See non si stanca mai, è come un pilota automatico”.

Questo permette al conducente di concentrarsi maggiormente sul traffico circostante e su altri aspetti del viaggio, oltre a rendere più rilassato il viaggio.

“Un conducente attento è un conducente migliore. Di questo ne siamo assolutamente certi”, afferma Hayder Wokil.

Anders Eriksson sottolinea inoltre che il risparmio non riguarda solo il carburante.
“I-See riduce, ad esempio, l'usura di freni e pneumatici, con un conseguente vantaggio per l'ambiente”, spiega.

I-See sarà lanciato sul mercato nel 2013.

Un filmato su I-See è disponibile all'indirizzo http://www.youtube.com/VolvoTrucks.

Le funzioni di I-See soddisfano sei diversi scenari legati alle pendenze:
– Accelera prima dell'inizio della salita.
– In prossimità della vetta di una collina, il sistema evita se possibile i cambi di marcia. Ogni   cambio implica, infatti, una riduzione della velocità.
– In prossimità di una discesa, non accelera, ma attende e sfrutta la forza di gravità.
– Prima dell'inizio di una discesa, attiva il funzionamento in folle.
– Inizia a frenare molto prima che la discesa termini, ma
  Rilascia i freni alla fine della discesa per acquisire velocità prima di una nuova salita. 
 

 

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X