sabato, 15 Giugno 2024
HomeevenTL'Interporto di Torino per l'ultima tappa del Sustainable Tour 2023

L’Interporto di Torino per l’ultima tappa del Sustainable Tour 2023

La quarta e ultima tappa del Sustainable Tour si terrà presso l’Interporto di Torino. “La regolazione dei flussi di trasporto internazionali nell’ottica della sostenibilità” al centro del dibattito tra gli ospiti della giornata. Partecipazione gratuita iscrivendosi a questo link.

L’appuntamento è per le 10 di giovedì 30 novembre 2023. “La regolazione dei flussi di trasporto internazionali nell’ottica della sostenibilità” sarà la quarta e ultima tappa del Sustainable Tour, l’evento a tappe organizzato da evenT dedicato alla mobilità sostenibile che dal 2019 è diventato la piattaforma ideale per il confronto tra gli attori della filiera del trasporto e della logistica.

La quarta e ultima tappa del Sustainable Tour

L’importanza del commercio internazionale è notevolmente aumentata negli ultimi decenni, per merito di alcuni fattori, tra cui l’industrializzazione, la tecnologia avanzata nel settore dei trasporti, la globalizzazione. La nostra economia si fonda su traffici straordinariamente intensi, che spesso coprono molte migliaia di chilometri.

Camillo Benso conte di Cavour paragonava l’Italia più che ad una penisola ad un’isola. Circondata dal mare per tre quarti, ma di fatto “separata” dal resto d’Europa dall’arco alpino, pertanto, per poter realizzare l’unità d’Italia sarebbe stata necessaria una rete di trasporto nazionale. Oggi possiamo dire che per avere «l’Europa» concretamente occorre portare a termine la rete di trasporto attraverso tutti i paesi dell’Unione europea. Si comprende, così la “funzione strategica” dei trafori alpini come opere infrastrutturali.

È necessaria una visione di lungo periodo, non si può considerare la politica strategica legata alle infrastrutture come a qualcosa di contingente. I trafori rappresentano una metafora di unità fra due punti logisticamente distanti, arterie da cui transitano persone, tradizioni, merci. In virtù dei progressi i trafori alpini sono diventati una soluzione che permette di risolvere, e allo stesso tempo migliorare, le problematiche della viabilità, dell’urbanistica e non ultimo dell’ambiente.

La sfida dell’intermodalità

Circa tre quarti delle merci movimentate all’interno dell’Europa viaggiano via gomma. L’intermodalità rappresenta una sfida, una opportunità e un’esigenza alla luce degli obiettivi stabiliti a livello comunitario. Nel nostro Paese la quota di mercato del cargo ferroviario è al di sotto della media europea (19-20%).

È evidente che se vogliamo raggiungere la soglia del 30% entro il 2030, come ci impone l’Unione europea, bisogna quasi raddoppiare i volumi trasportati. È necessario rendere i treni merci più competitivi di quanto lo siano stati negli ultimi 20 anni; superare i tanti colli di bottiglia e imparare a ragionare in una logica di insieme che vede gli interporti al centro del sistema logistico. Interporti intesi come fulcro della logistica dove provider di settore si possono insediare con facilità e trovare ogni tipo di servizio necessario alla loro attività̀, come la formazione logistica e il riscontro energetico ove trovare rifornimento /carica per tutte le tipologie di veicoli: combustibili fossili, LNG; di idrogeno; biocarburanti sostenibili, carburanti sintetici; idrogeno verde e elettrici.

Le riduzioni delle emissioni nel prossimo decennio è fondamentale affinché l’Europa diventi il primo continente al mondo a impatto climatico zero entro il 2050 e trasformi in realtà il Green Deal europeo.

La partecipazione alla quarta tappa del Sustainable Tour è gratuita iscrivendosi a questo link.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X