mercoledì, 28 Febbraio 2024
HomeInfrastruttureOasi della Biodiversità sulla A35 Brebemi-Aleatica

Oasi della Biodiversità sulla A35 Brebemi-Aleatica

A35 Brebemi-Aleatica, nasce l’Oasi della Biodiversità per la tutela e il monitoraggio degli insetti impollinatori, in partnership con 3Bee

Messi a dimora lo scorso 9 novembre dai dipendenti del gruppo A35 Brebemi-Aleatica, i primi alberi nettariferi all’interno dell’Oasi della Biodiversità in un’area di competenza nelle vicinanze del Casello di Treviglio.

Per concretizzare il proprio impegno ambientale e grazie alla partnership scientifica con 3Bee – la climate tech company leader nella tutela della biodiversità tramite la tecnologia– A35 Brebemi-Aleatica ha infatti dato vita alla propria Oasi della Biodiversità, costituita da 50 alberi nettariferi e da 2 alveari di biomonitoraggio dotati di tecnologia 3Bee Hive-Tech.

Questo progetto misurabile, grazie ai due alveari intelligenti, permetterà di osservare lo stato di salute in modo statistico di oltre 600.000 api e di monitorare parametri ambientali utili ad analizzare la biodiversità circostante e la salute degli insetti impollinatori, responsabili di circa il 75% delle colture mondiali. Questi ultimi troveranno nutrimento grazie al bosco nettarifero messo a dimora all’interno dell’Oasi e costituito da 50 piante da nettare che nutriranno circa 75.000 impollinatori ogni anno e assorbiranno circa 25 tonnellate di CO2 nei prossimi vent’anni. Inoltre, grazie al protocollo di monitoraggio Element-E, la biodiversità dell’Oasi di gruppo A35 Brebemi sarà costantemente monitorata, con l’obiettivo di definire un piano a lungo termine per la sua rigenerazione e conservazione all’interno dell’area.

Questa iniziativa si affianca a molti altri progetti avviati da Brebemi sul tema della Sostenibilità ed in particolare per la Tutela della Biodiversità. È infatti previsto anche lo sviluppo di un percorso educativo-didattico a tappe, Biodiversity Adventure, realizzato presso una delle Aree di Servizio e che contribuirà ad aumentare la consapevolezza sul tema da parte degli utenti della tratta. Il percorso prevede l’installazione di cartelli educativi e Polly House che consentiranno la protezione di 450 api solitarie.

Il progetto, oltre ad avere un significativo impatto ambientale, avrà anche un importante risvolto sociale interessando direttamente il territorio. Il gruppo A35 Brebemi-Aleatica infatti, grazie a 3Bee e al programma sostenibilità “3Bee: a scuola di biodiversità”, affiancherà una classe di una scuola primaria in un percorso educativo composto da 9 moduli dedicati ad approfondire la biodiversità da più punti di vista: dall’importanza degli insetti impollinatori agli effetti del cambiamento climatico, fino ad arrivare al monitoraggio della salute degli ecosistemi.

A35 Brebemi-Aleatica, nasce l’Oasi della Biodiversità per la tutela e il monitoraggio degli insetti impollinatori, in partnership con 3Bee

“Questo importante progetto, che coinvolge i nostri dipendenti, rientra nel percorso che il gruppo A35 Brebemi-Aleatica ha avviato già dal 2022 per definire e sviluppare nei prossimi anni, una Strategia per la Sostenibilità di lungo periodo, finalizzata allo sviluppo di iniziative sul tema Sociale, Economico e Ambientale – afferma Matteo Milanesi, Direttore Generale di A35 Brebemi-Aleatica. Il Piano rappresenta uno strumento strategico per l’intero gruppo, in linea con gli indirizzi di Aleatica, che ha l’obiettivo di quantificare e sistematizzare le iniziative già in corso su tali temi e svilupparne di nuove in accordo con gli obiettivi dell’Agenda 2030”.

“Player come Brebemi sono essenziali per realizzare gli ambiziosi obiettivi di rigenerazione che 3Bee si è prefissata. La nostra missione è quella di supportare, tramite la tecnologia, settori cruciali come quello delle infrastrutture, portandoli ad avere un impatto positivo sulla biodiversità. Questo è un aspetto fondamentale della transizione ecologica che ci troviamo ad affrontare oggi – afferma Niccolò Calandri, CEO di 3Bee. Grazie al nostro approccio innovativo basato sul monitoraggio continuo per la rigenerazione ambientale, Brebemi contribuirà alla creazione di un’Oasi in cui la biodiversità e gli insetti impollinatori potranno trovare rifugio.”

Ferruccio Venturoli
Ferruccio Venturoli
Vicedirettore e co-conduttore Trasportare Oggi On Air [email protected]
X