giovedì, 18 Aprile 2024
HomeVeicoliL'FH AERO passa dall'Italia

L’FH AERO passa dall’Italia

In viaggio verso la Grecia, dove anche noi di Trasportare Oggi andremo a provare in Aprile la nuova gamma Volvo Trucks, FH AERO transita da Verona e si “fa vedere” dalla stampa italiana.

 

Con un’anteprima assai insolita Volvo ha mostrato alla stampa, durante Let Expo e presso il Volvo Bus e Truck Centre di Sommacampagna (VR), il nuovo FH, non a caso chiamato Aero.

Si tratta di un evento diverso dalle solite presentazioni, una sorta di presa di contatto veloce mentre tre FH Aero e due altri veicoli (FM e FH) erano alla volta di Salonicco, in Grecia, dove si svolgerà la presentazione internazionale alla rete, ai grandi clienti e alla stampa di cui naturalmente vi daremo conto più in là. Insomma una presa di contatto più che una presentazione vera e propria; infatti l’FH rinnovato sarà in produzione di serie dalla settimana 30 ovvero dalla fine di luglio, ma si può già ordinare ora.

Ovviamente la cosa più importante è l’impatto estetico. Era infatti essenziale vedere il muso inclinato dell’FH Aero dal vero e non in fotografia per capire l’effetto tra altri camion. I 25 cm in più sul frontale sono evidenti solo se si confronta il veicolo nuovo con uno della vecchia generazione, altrimenti sono integrati e non appaiono evidenti. L’inclinazione del frontale infatti è molto lieve e se si osserva il veicolo frontalmente non è percepibile, lateralmente si nota l’inclinazione e un piccolo sbalzo rispetto al parabrezza. Si ouò quindi affermare come l’estetica non cambi. La nuova norma europea consente poi 25 cm in più anche posteriormente e questo rende la cabina XXL, offerta da anni ma scarsamente diffusa da noi (prevalentemente diffusa in Australia), appetibile anche nella UE in quanto non si sacrifica una fila di pallet per pochi cm di abitabilità. Da notare che in questa cabina il letto è largo circa 105 cm, ovvero più di un letto domestico da una piazza.

La nuova conformazione della cabina oltre ad una abitabilità migliore, ovviamente solo per la XXL, consente un affinamento dell’aerodinamica ma anche un miglioramento della sicurezza: 25 cm in più per assorbire l’energia dell’impatto sono moltissimi.

 

Nella nuova serie FH Aero, come indicato dal nome, l’aerodinamica gioca un ruolo importante. Ovviamente ci sono le mirror cam che riducono “S” (la superficie frontale) e migliorano il “Cx”, per ora non sono ADR (una questione di omologazione dei componenti), ci sono poi rinnovate guarnizioni laterali, rinnovati spoiler e zone per i flussi diverse, visto il maggiore spazio, proprio i flussi (ad esempio attraverso il radiatore) sono gestiti meglio e contribuiscono al vantaggio aerodinamico; rinnovati spoiler e guarnizioni sono quasi invisibili.

Per gli FH 16 arriva anche il nuovo motore D17 da 17,3 litri che sarà disponibile in tre livelli di potenza: 600, 700 e 780 CV con coppia fino a 3800 Nm già al 100% a 1.000 giri/min. Di fatto la casa di Göteborg riagguanta così il primato di camion di serie più potente sul mercato. Ma la potenza non è tutto; le migliorie sono moltissime (ne parleremo dopo la presentazione di Salonicco), ma una ci pare importantissima: il sei cilindri da 17,3 litri pesa circa 150 kg meno di quello da 16 litri.

Rassicuriamo i tradizionalisti… il nome rimarrà FH 16. Le credenze, diverse da paese a paese, sui numeri 13 e 17 (del resto, per la stessa ragione, non si fece l’FH13).

A tra poche settimane con le impressioni su strada.

X