mercoledì, 30 Novembre 2022
HomeLogisticaCorridoio 8 fino a Napoli

Corridoio 8 fino a Napoli

Una linea ferroviaria che colleghera' l'Est e l'Ovest dell'Italia, una infrastruttura la cui importanza supera i confini nazionali perche' permettera' di allungare il Corridoio 8, da Varna, sul Mar Nero a Bari, fino a Napoli. Sara' possibile attraverso il potenziamento della Napoli-Bari, tratta ad Alta capacita'. A spiegare le finalita' del progetto l'assessore della Regione Campania Ennio Cascetta, in vista del convegno che si terra', proprio su questo tema, il prossimo 17 aprile, a Benevento, con gli interventi di Bassolino, Vendola e del ministro Matteoli.

''Questo e' un progetto simbolo per la nuova stagione del Mezzogiorno – ha detto Cascetta – E' un'infrastruttura strategica a tanti livelli per il Paese e anche per il Mediterraneo perche' serve come raccordo tra Corridoio 8 e Corridoio 1. Stiamo facendo grandi passi avanti per far prolungare il corridoio 8 fino a Napoli''. Alta capacita' e non Alta velocita', perche' cosi' le aree interessate dal progetto saranno tutte sottoposte a riqualificazione. Durante il convegno del 17 aprile, si fara' il punto sullo stato del progetto, inserito, come spiega Cascetta, ''nella programmazione nazionale ed europea''.

''La Campania ha finanziato con due milioni di euro la redazione del progetto preliminare, ormai completato – ha aggiunto – A Benevento vedremo nel dettaglio gi esiti di questo progetto, insieme al Ministero delle Infrastrutture, le due Regioni Campania e Puglia, le forze sociali''. Non ultimo, durante il convegno sara' affrontato il nodo dei finanziamenti dell'opera: ''Sentiremo direttamente dal ministro Altero Matteoli e dall'amministratore delegato della Ferrovie dello Stato Moretti, le fonti di finanziamento che si vogliono mettere in campo e i tempi in cui le risorse arriveranno''. Sull'importanza dell'infrastruttura per il Paese e' tornato anche Costantino Boffa, deputato del Pd e membro della commissione Trasporti alla Camera. ''La considero la piu' grande opera pubblica del Mezzogiorno – ha affermato – Siamo per la prima volta in presenza di un'opera trasversale, che unisce Est e Ovest, rimettendo al centro tutte le aree interne l'Irpinia, il Sannio, in Campania, la Capitanata, in Puglia''.

''Fino a questo momento – ha concluso -sono state aree marginali adesso saranno interessate da grande sviluppo''.

Da ANSA

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X