sabato, 15 Giugno 2024
HomeUltim'oraBiometano, Scania fornirà 50 autobus LNG a Flix

Biometano, Scania fornirà 50 autobus LNG a Flix

Flix e Scania accelerano verso la mobilità sostenibile con una partnership a sostegno dell’uso del biometano nei viaggi in autobus, in virtù sia di benefici economici, sia di grandi vantaggi in termini di sostenibilità ambientale, tra cui una riduzione delle emissioni di CO2 di circa l’80% per gli autobus alimentati a BioLNG

“Siamo ansiosi di cogliere ogni opportunità praticabile per ridurre la nostra impronta carbonica sull’ambiente”, afferma Fabian Stenger, Chief Operating Officer di Flix.

Flix e Scania accelerano verso la mobilità sostenibile

Flix e Scania annunciano una partnership a lungo termine per consentire dei viaggi a lunga distanza sempre più sostenibili. Le due aziende vedono questa collaborazione come un’opportunità per accelerare la transizione verso la mobilità sostenibile, sviluppando nuove soluzioni e influenzando la progettazione delle infrastrutture necessarie.

Come primo obiettivo, le due società mirano ad inserire fino a 50 autobus LNG (metano liquefatto) all’interno della flotta dei partner Flix Bus. Le tecnologie utilizzate, sviluppate e prodotte da Scania, sono compatibili al 100% con BioLNG al fine di facilitare la transizione a combustibili più sostenibili.

Nella fase iniziale del progetto gli autobus viaggeranno con diverse miscele di carburanti di origine biologica e fossile. L’obiettivo del progetto è quello di aumentare progressivamente la quota di BioLNG derivante dai rifiuti organici fino al 100% dell’utilizzo all’interno della flotta, con un conseguente tasso di riduzione delle emissioni di CO2 di circa l’80%. Questo obiettivo rientra nella strategia a lungo termine di Scania e Flix per la neutralità carbonica delle proprie operazioni.

L’allestimento degli autobus dovrebbe essere completato entro la fine del 2025. Irizar, produttore globale di autobus, sta integrando l’Irizar i6s Efficient con il telaio Scania.

Biometano, riduzione delle emissioni e aumento della silenziosità

Gli autobus a biometano già circolanti nel mondo, hanno consentito a Scania di ridurre notevolmente le emissioni di CO2 rispetto al diesel e di aumentare la silenziosità nell’esercizio, godendo comunque della potenza e della coppia degli equivalenti motori diesel. Questi vantaggi rendono il biometano un’opzione praticabile che favorisce un’economia circolare. Per le tratte di lungo raggio, infatti, risulta una soluzione profittevole per migliorare le prestazioni in termini di sostenibilità.

“Il cambiamento climatico sta mettendo sempre più a dura prova il pianeta e la vita delle persone e come azienda tecnologica e globale di viaggio siamo consapevoli della nostra responsabilità nel spianare la strada a un futuro più sostenibile per le comunità che serviamo. Pertanto, siamo desiderosi di cogliere ogni opportunità praticabile per ridurre la nostra impronta carbonica, e a tal fine la trasformazione della flotta è fondamentale. Scania è un alleato estremamente prezioso per Flix e per i nostri partner che operano in diversi paesi. Siamo felici di poter fare affidamento sulla loro esperienza e conoscenza per contribuire a rimodellare la mobilità a lunga distanza. Col tempo, questo ci aiuterà anche ad adattare la nostra offerta alla crescente domanda di opzioni di viaggio a basso impatto ambientale da parte di un pubblico che diventa ogni giorno sempre più sensibile alla sostenibilità”, ha commentato Fabian Stenger, Chief Operating Officer di Flix.

“La nostra ambizione è quella di essere all’avanguardia nel passaggio verso il trasporto sostenibile e questa collaborazione con Flix rappresenta un passo significativo in quella direzione. Le soluzioni per il biometano sono veramente circolari e possono essere implementate qui e ora, fornendo oggi una soluzione sostenibile che soddisfa gli obiettivi climatici e rafforza la responsabilità sociale. Gli autobus LNG rappresentano inoltre una scelta intelligente e sensata, perché forniscono l’autonomia e la potenza necessarie a sostenere qualsiasi tratta, a costi contenuti sia in termini di investimento che di economia operativa. Siamo estremamente felici di farlo insieme a Flix poiché sappiamo che un’ampia implementazione di soluzioni a biometano può avere un impatto positivo, non solo per l’operatore, ma anche per le autorità e la società in generale”, afferma Johanna Salomonsson Lind, SVP e Responsabile delle soluzioni di trasporto persone presso Scania.

Flix e Scania aderiscono a Science-Based Targets

Infatti, Flix e Scania sono costantemente alla ricerca di modi per ridurre il loro impatto sull’ambiente con un approccio scientifico, ed entrambi gli attori sono impegnati nell’iniziativa Science-Based Targets (SBTi), che fornisce alle aziende un percorso chiaramente definito per ridurre le emissioni in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi.

La partecipazione di Flix a SBTi si riferisce al suo impegno recentemente annunciato per la completa decarbonizzazione in Europa entro il 2040, ben in anticipo rispetto ai tempi fissati dall’Accordo di Parigi. Questo obiettivo a lungo termine viene perseguito attuando una strategia climatica olistica basata su quattro principi, in cui la trasformazione della flotta gioca un ruolo cruciale attraverso motori e carburanti alternativi. Tra queste, le soluzioni a biometano hanno un grande potenziale e sono già impostate per l’uso e pronte per essere implementate nella flotta FlixBus. Naturalmente, la disponibilità di infrastrutture di rifornimento in Europa gioca un ruolo cruciale nel rendere il biometano un’opzione valida.

In qualità di primo grande produttore di veicoli commerciali pesanti ad aderire all’SBTi, Scania si impegna a ridurre le emissioni dirette di CO2 derivanti dalle operazioni interne del 50% entro il 2025 e a supportare i clienti nella riduzione delle emissioni dei prodotti in uso del 20% durante stesso periodo.

I vantaggi del biometano

L’utilizzo del biometano comporta numerosi vantaggi sia a livello ambientale che sociale ed economico. È privo di risorse fossili, è ricavato da fonti rinnovabili, è prodotto localmente e ha un minor impatto ambientale rispetto agli altri combustibili. Il passaggio dal biometano compresso alla forma liquefatta consente di stivare più combustibile e quindi di aumentare l’autonomia.

Passando al biometano liquefatto prodotto localmente come carburante nei trasporti a lunga distanza, gli operatori possono ridurre sostanzialmente l’impatto climatico proprio e dei loro clienti. Anche la qualità dell’aria in generale viene influenzata positivamente dall’utilizzo dei motori a metano Scania. Ridurrà le emissioni di particelle (PM) e ossidi di azoto (NOx) e funzionerà in modo più silenzioso. Ciò va a vantaggio sia dei conducenti che dei passeggeri, nonché della società in generale.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X