domenica, 4 Dicembre 2022
HomeUltim'ora24-28 ottobre: Trasportounito invita al fermo

24-28 ottobre: Trasportounito invita al fermo

Trasportounito invita le società di autotrasporto ad aderire al fermo nazionale dei servizi proclamato dall'associazione dal 24 al 28 ottobre prossimi. Il presidente nazionale dell'organizzazione, Franco Pensiero, si attende «un fermo maturo, con i camion a motore spento nei depositi, senza violenze o blocchi stradali». «Le attività di sensibilizzazione – spiega Pensiero – dovranno effettuarsi nei punti in cui si concentrano le merci e cioè nei porti e negli interporti».

Trasportounito evidenzia di aver proclamato lo sciopero quale «estrema manifestazione di protesta». «L'autotrasporto italiano – sottolinea l'associazione – è alle corde. Salgono i costi e con essi l'indebitamento finanziario, banche e assicurazioni hanno da tempo voltato le spalle, i committenti speculano e sfruttano il soggetto più debole della filiera produttiva, il governo eroga risorse che pesano come briciole nei bilanci groviera delle imprese mentre le disposizioni normative a favore del settore restano inapplicate quando non sono inapplicabili». «Questo – osserva Trasportounito – è il quadro dell'autotrasporto italiano. Gli imprenditori ed i loro conducenti, tutt'altro che anarchici o ribaltonisti, sono solo gente che lavora ma che ora è allo stremo delle proprie forze fisiche e finanziarie».

Pertanto – sottolinea l'associazione – «il fermo nazionale dei servizi dal 24 al 28 ottobre si deve collocare in questo disarmante quadro in cui gli imprenditori sono intrappolati da almeno 20 anni di politiche incoerenti e contraddittorie» e l'iniziativa ha l'obiettivo di «comunicare al governo ed alla committenza che il trasporto ha un costo che non può continuare ad essere ignorato, per recuperare una capacità contrattuale smarrita nel tempo».

Da Informare

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X