lunedì, 5 Dicembre 2022
HomeLogisticaUn nuovo scanner da 40 container/ora

Un nuovo scanner da 40 container/ora

L’Autorità Portuale di Venezia in collaborazione con la società controllata Nethun SpA presenta il nuovo scanner fisso, primo ed unico esemplare esistente oggi nei porti italiani che renderà più rapide, sicure ed efficaci tutte le operazioni di controllo dei 244.000 container e 54.000 rotabili (camion) in transito ogni anno nello scalo veneziano.

Questo sistema di controllo radiogeno delle merci, gratuitamente verrà messo a disposizione dell’Agenzia delle Dogane, oltre ad innalzare notevolmente i livelli di sicurezza dei traffici portuali, dà un ulteriore impulso alla sicurezza rendendo più veloci le operazioni di sbarco e di avvio delle merci aumentando al contempo l’efficienza e la competitività dello scalo veneziano.

Vengono inoltre favoriti i traffici di merci in container diretti negli U.S.A. – consentendo un possibile accreditamento nei confronti dei porti hub del Mediterraneo – dove viene applicata la C.S.I. (Container Security Initiative del U.S. Customs and Border Protection che è parte del U.S. Department of Homeland Security) che prevede un pre-screening dei container diretti verso gli U.S.A.

Lo strumento voluto dall’Autorità Portuale di Venezia, viene “donato” dell’Agenzia delle Dogane in primis e agli organi di polizia competenti, con l’obiettivo di raggiungere molteplici risultati a beneficio dei traffici del porto e del Nordest: riduzione dei tempi di analisi dei carichi e dei margini di errore, incremento della sicurezza.

L’aumento degli scambi commerciali rappresenta oggi – e ancor più in futuro – una indiscutibile opportunità per il Porto di Venezia ma, allo stesso tempo, impone nuove sfide sotto il profilo della sicurezza, della tutela dei lavoratori e dell’ambiente circostante, e sotto il profilo della prevenzione di atti criminali o terroristici.

Da gennaio 2009, uno scanner mobile di ultima generazione è già in uso al Porto di Venezia, a disposizione di Guardia di Finanza, Dogana, Polizia e Capitaneria di Porto. Una tecnologia capace di ispezionare – in movimento – merci contenute in container e camion alla velocità di circa 10 secondi.

Oggi l’Autorità Portuale – insieme a Nethun – presenta lo scanner fisso (Modello OmniView™ Gantry System) che consente l’ispezione simultanea di container o di camion da entrambi i lati e dall’alto. Primo porto in Europa, Venezia si dota di una tecnologia all’avanguardia capace di ispezionare 2 container in 2 minuti (40 container all’ora comprese le procedure di avvicinamento del mezzo).

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X