martedì, 27 Settembre 2022
HomeVeicoliSCARICA ELETTRICA

SCARICA ELETTRICA

Con la nuova gamma E-TECH Renault Trucks spinge l’acceleratore sull’elettrificazione dei veicoli industriali. A Blainville-Sur-Orne l’eccellenza della produzione della Losanga anche con questa tecnologia

 

100% di commercializzazione di veicoli full electric entro il 2040 e 50% della quota di mercato elettrica in Europa. È questo l’ambizioso obiettivo di Renault Trucks che ha deciso di puntare in modo determinato sulle batterie, ritenute dal Costruttore francese la modalità più efficiente tra le propulsioni alternative al Diesel.

E-Tech sostituisce Z.E. che fino ad ora ha firmato i veicoli elettrici che già dal 2020 la Losanga ha cominciato a commercializzare in tutta Europa, soprattutto per i segmenti da 16 e 26 tonnellate – e quindi con i D e D Wide – oltre che naturalmente col Renault Trucks Master nel comparto furgoni.
Oggi la gamma si amplia con il D Wide ribassato e soprattutto con la previsione di inserimento dei veicoli più pesanti, C e T, nel mondo E-Tech.

 

Efficienza elettrica

Nell’ottica di una transizione energetica verso propulsioni alternative da alimentazioni provenienti dal fossile, si parla  di idrogeno, di fuell cell, di metano e di biocarburanti, ma quanto sono realmente efficienti questi combustibili? Ovvero qual è la reale energia – che ovviamente deve essere neutra da origini fossili – disponibile alla fine del processo?

È proprio dalla attenta analisi del processo di produzione di energia da fonti quali il nucleare, l’eolico o il solare che Renault Trucks ha tratto le proprie conclusioni. L’elettricità, una volta creata appunto dalle fonti appena citate può essere convogliata sulla catena cinematica (che può essere full electric o a combustione) in diverse modalità. Partendo, dunque, dalla fonte, si arriva all’energia disponibile per la propulsione e qui si notano le differenze: se, infatti, le celle a combustibile registrano una efficienza energetica del 18%, l’idrogeno del 12 e il gas metano dell’11 per cento, ebbene le batterie elettriche sono in grado di mantenere il 62% della “carica” inziale.

Ci sono poi altri fattori che sono stati considerati. Primo fra tutti quello del costo della decarbonizzazione. Per un veicolo da distribuzione urbana di 16 tonnellate, per esempio, al netto di tutte le tasse, incentivi statali e inflazione, il costo del Diesel passerebbe da 0,5 euro al litro a 0,97 nel 2040, per l’idrogeno sarebbe interno ai 4 euro al chilo, mentre l’elettricità si attesterebbe intorno ai 0,07 euro/kWh. Insomma, se compariamo questi costi uniformandoli tutti alla unità di misura €/TONCO2, le batterie “vincono” con un valore di 140, contro 600 per le fuell cell, 450 per il Bio-CNG, 230 per il Bio-Diesel e 380 per l’E-Diesel.

Non solo: la quantità di energia disponibile è pressoché illimitata (a differenza per esempio dei biocarburanti), il costo di implementazione della rete è inferiore rispetto, per esempio, all’idrogeno e anche l’aspetto di inquinamento acustico è nettamente a favore di questa tecnologia.

 

Le specifiche della gamma elettrica

Il cuore di un veicolo elettrico sono ovviamente le batterie. Quindi la loro autonomia e la loro capacità di ricarica sono elementi fondamentali per valutare il veicolo.

Renault Trucks ha previsto di dotare i propri mezzi E-Tech di pacchi di batterie da 2 a 6, ma la dotazione da 4 è considerata quella più efficiente come rapporto peso/potenza.
Grazie alle partnership di ampio respiro di cui la Losanga fa parte (Daimler, Traton, Volvo) si sta garantendo per i prossimi anni una rete di infrastrutture di ricarica molto capillare ed efficace, che punta ad avere almeno 1700 punti di ricarica ad alto voltaggio entro il 2025.

Le batterie dei veicoli Renault Trucks possono, infatti, essere ricaricate in tre modalità diverse: tramite presa industriale classica ad una velocità massima di 22 kW, tramite wall box e tramite colonnina a corrente continua in grado di ricaricare ad una velocità di 150 kW.

RENAULT TRUCKS MAETER E-TECH
potenza massima > 57 kW
coppia massima > 225 nM
autonomia > 204 km (WLTP)
ricarica veloce (22 kW D/C) > 2 ore per 80% – 3 ore per 100%
batterie > 52 kWh ioni di litio
modelli > da 3,1 a 3,5 tons – Panel Van, Platform Cab, Chassis Cab – 3 lunghezze, 2 altezze

 

RENAULT TRUCKS E-TECH D 16T
potenza massima > 185 kW
coppia massima > 425 nM
autonomia > 400 km
ricarica > 22 kW AC e compatibile con ricarica veloce fino a 150 kW DC
batterie > da 200 a 400 kWh ioni di litio

 

RENAULT TRUCKS E-TECH D WIDE 19T E 26T
potenza massima > 370 kW
coppia massima > 850 nM
autonomia > 200 km
ricarica > 22 kW AC e compatibile con ricarica veloce fino a 150 kW DC
batterie > da 200 a 265 kWh ioni di litio
versioni > disponibile anche la LOW ENTRY CAB

 

La fabbrica in Normandia

Da Blainville-Sur-Orne escono ogni giorno oltre 80 veicoli completi e 284 cabine. Di queste ben 9 sono veicoli della gamma elettrica per la distribuzione urbana (le gamme C e T saranno prodotte a Bourge-en-Bresse).

Il sito nel nord della Francia, pur avendo 60 anni di vita. è oggi uno dei più moderni e all’avanguardia in Europa. La linea di produzione ospita in contemporanea veicoli di ogni gamma e di ogni tipologia, mentre per quanto riguarda gli elettrici è stata creata una linea finale dedicata per l’allacciamento elettrico.

Gli oltre 2200 addetti della fabbrica lavorano su due turni e ogni squadra di lavoro è intercambiabile ma con precise mansioni e tempi di lavoro (ogni fase prevede esattamente 5 ‘ e 20” di operazione).

Naturalmente il fiore all’occhiello di questo sito è la sua sostenibilità ambientale raggiunta grazie ad oltre 200 milioni di euro di investimenti in 10 anni che ne fanno il sito con la maggiore capacità produttiva di veicoli elettrici in Europa.

 

 

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile
X