sabato, 15 Giugno 2024
HomeUltim'oraRimorchiati, a marzo il mercato è in crescita

Rimorchiati, a marzo il mercato è in crescita

Segno positivo per rimorchi e semirimorchi che a marzo registra un +2,9%. Per Unrae però è necessario spingere su incentivi e approvazione di veicoli allungati

Secondo il Centro Studi e Statistiche dell’UNRAE il mercato di rimorchi e semirimorchi registra nel mese di marzo una lieve crescita delle immatricolazioni, con 48 unità immatricolate in più rispetto allo stesso periodo del 2022 (+2,9%).

Nei primi tre mesi dell’anno in corso si sono immatricolati 4.358 veicoli trainati, contro i 4.180 del trimestre 2022 (+4,3%).

Segno positivo per rimorchi e semirimorchi ma servono incentivi e approvazione decreto sui veicoli allungati

“Accogliamo positivamente il lieve incremento del mercato di marzo, malgrado alcuni segnali di rallentamento nella vendita di veicoli trainati tendano a ridimensionare le previsioni più ottimistiche, tenuto conto che le attuali immatricolazioni riguardano ordini acquisiti lo scorso anno”, commenta Michele Mastagni, Coordinatore del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE. “Alla luce dell’approvazione dello schema di incentivi 2023 per l’acquisto di nuovi veicoli, chiediamo che possa essere data rapida attuazione a tale misura e che siano resi disponibili al più presto i 25 milioni di euro a favore delle imprese di autotrasporto per il rinnovo e l’adeguamento del proprio parco circolante, così da immettere sulle nostre strade rimorchi e semirimorchi di ultima generazione sicuri e tecnologicamente avanzati”, continua il Referente del Gruppo di UNRAE.

“Da ultimo, vista la recente e controversa nota interpretativa del MIT in merito alla lunghezza totale degli autoarticolati, ribadiamo ancora una volta, qualora necessario, la richiesta affinché anche in Italia, in linea con quanto previsto in molti Paesi europei, possano circolare veicoli allungati nel rispetto del limite di lunghezza di 18,75 m previsto dall’attuale Codice della Strada. A questo proposito, auspichiamo che possano essere apportati urgentemente i necessari aggiornamenti al relativo Regolamento di esecuzione, al fine di dare piena applicazione ai previsti limiti di Legge”, conclude Mastagni.

Redazione
Redazionehttps://www.trasportale.it
Il canale di informazione e comunicazione multimediale del mondo del trasporto.
X