mercoledì, 10 Agosto 2022
HomeUltim'oraCNA-Fita contesta aumento tariffe autostradali

CNA-Fita contesta aumento tariffe autostradali

Cinzia Franchini, presidente nazionale CNA-Fita, contesta duramente il decreto firmato dal governo che prevede l’adeguamento dei pedaggi autostradali relativi alle tratte gestite dalle concessionarie Brescia-Verona-Vicenza-Padova, SATAP A4 e SATAP A21, Autostrade per l’Italia, ATIVA e Milano – Serravalle e SAT.
“L’aumento dei pedaggi autostradali per i tratti in concessione che erano rimasti sospesi non fa che confermare la folle politica degli aumenti a carico dell’utenza stradale e dei trasportatori. Il vice ministro Ciaccia ha compiuto un vero e proprio blitz a favore di pochi e soliti noti concessionari, reiterando il teatrino per cui prima si fa finta di elargire i fondi con una mano e poi con l’altra si passa al prelievo vanificando ogni presunto vantaggio. Il dettaglio importante però è che i finanziamenti arriveranno a babbo morto mentre i rincari scattano da subito. “Se questo è il valore tecnico del viceministro Ciaccia  è difficile distinguere la differenza con la cifra politica dei suoi predecessori”.

Da CNA-Fita

X