martedì, 7 Febbraio 2023
HomeLogisticaCivitavecchia lancia l’hub logistico portuale

Civitavecchia lancia l’hub logistico portuale

Un terminal hub per container che svolga al tempo stesso il ruolo di regional port e di centro di transhipment, massimizzando i vantaggi naturali derivanti  da fondali a 22metri e di un area di produzione e consumo di riferimento che per dimensioni e potenzialità e' seconda in Italia solo a quella padana.
Il nuovo porto (riedizione del progetto del Terminal Asia) presentato oggi in anteprima dal sindaco di Civitavecchia, Gianni Moscherini e dal sindaco di Tarquinia, Mauro Mazzola, punta a bissare il miracolo realizzato anni addietro nel porto laziale, di cui lo stesso Moscherini è stato presidente, con la conquista del primato mediterraneo nelle crociere e come capolinea delle autostrade del mare.
Il porto, teoricamente realizzabile in tre anni attraverso la formula della concessione di costruzione-gestione, rappresenta solo uno dei tre vertici di un triangolo logistico, quello della Piattaforma Logistica Italia che prevede anche la realizzazione di una piastra logistico-industriale-distributiva,  già pianificata e autorizzata su terreni pari a circa 200 ettari che il Gruppo Orsolini di Viterbo,  ha acquisito nel luogo,  crocevia della rete autostradale (Roma è a meno di un'ora) e quindi nel punto di congiunzione fra l'autostrada Roma-Civitavecchia e le costruende autostrada tirrenica per Livorno e Genova, nonché per Viterbo-Orte.
Il terzo fattore del progetto logistico presentato oggi a Roma, è il nuovo polo aeroportuale del Lazio che prevede il recupero a Tarquinia di una vecchia pista militare in disuso, con enormi potenzialità di ospitare low cost, passeggeri destinati alle crociere, turismo religioso, e nel settore merci, courier.
L'intero progetto passerà ora al vaglio di Regione Lazio e Presidenza del Consiglio.
Punto di forza del progetto e' la presenza di tutte le modalità di trasporto inclusa quella aerea che garantirà uno sviluppo parallelo di logistica merci e logistica passeggeri.
Sul progetto alla cui presentazione hanno partecipato tra gli altri Giancarlo Elia Valori e Giuseppe De Rita – si stanno concentrando gli interessi di operatori e fondi di investimento internazionali, in particolare cinesi.
In un mondo globale che tende a polarizzare i nodi logistici il più vicino possibile al mercato di produzione e consumo,  Roma, il Lazio e per estensione l'area del centro Italia comprensiva di Umbria, parte della Toscana e parte della Campania, per non parlare della proiezione verso l'Adriatico, lungo l'asse del Corridoio Otto, rappresentano sicuramente una delle aree più interessanti a livello italiano ed europeo, potendo Civitavecchia al ruolo di regional port, sommare quello di  hub distributivo.

 

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X