giovedì, 30 Giugno 2022
HomeLeggi e normative2013: Ue presenterà nuove misure per i porti

2013: Ue presenterà nuove misure per i porti

Nel 2013 la Commissione Europea presenterà una serie di proposte per aiutare i porti comunitari a rimanere competitivi e per sostenere il potenziale di crescita del settore. Lo ha annunciato il vicepresidente della Commissione, Siim Kallas, responsabile dei trasporti, nel corso di una visita al porto di Rotterdam.

Kallas ha anticipato che tra le nuove misure figureranno il supporto alla riduzione della burocrazia nei porti nonché proposte relative ai servizi portuali e per migliorare la trasparenza nel finanziamento dei porti. «Il progetto pilota Blue Belt, un programma prioritario che esplora nuove modalità per facilitare lo short sea shipping – ha ricordato il commissario europeo – sta già contribuendo a ridurre la burocrazia nei porti», mentre per quanto riguarda i servizi portuali – ha aggiunto «è ad esempio assolutamente fondamentale far sì che ci sia uno scenario aperto e competitivo per la fornitura di servizi portuali in modo tale che i porti siano in grado di adattarsi alle nuove esigenze economiche, industriali e sociali». Inoltre – ha sottolineato – «dobbiamo migliorare la trasparenza dei finanziamenti ai porti per evitare distorsioni della concorrenza e per vedere esattamente dove finiscono i soldi dei contribuenti. In tal modo saranno incoraggiati gli investimenti privati, che sono vitali per la crescita del settore portuale».

«I porti – ha detto Kallas – sono un motore dello sviluppo economico e fonte di prosperità per le nostre città, regioni e nazioni. Ma nei prossimi 20 anni le nostre centinaia di porti si troveranno ad affrontare sfide enormi in termini di produttività, di necessità di investimenti, di occupazione così come di integrazione con le città portuali e le regioni. La mia visita a Rotterdam di questa settimana rafforza la mia convinzione che i nostri porti hanno un potenziale straordinario di crescita negli anni a venire, ma dobbiamo eliminare le strozzature che impediscono lo sviluppo e mettere in atto una politica sui porti e le infrastrutture marittime più coerente».

Kallas ha annunciato che, in vista della presentazione delle nuove misure, il prossimo anno si terrà una conferenza sul futuro dei porti europei.

Da InforMare

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X