martedì, 25 Gennaio 2022

Scania consegna un autocarro elettrico da 64 tonnellate a Wibax

Il veicolo elettrico a 3 assi contribuirà al raggiungimento degli obiettivi climatici di Wibax ed è un altro esempio di innovazione di Scania in stretta collaborazione con un cliente

Un autocarro elettrico Scania da 64 tonnellate è stato consegnato a Wibax, azienda fornitrice di prodotti chimici, e opererà sulle strade della Svezia settentrionale.

L’autocarro elettrico ridurrà le emissioni di CO2 di 1.400 tonnellate nell’arco della sua vita utile. Le prestazioni e le capacità di carico del veicolo sono rese possibili dallo sviluppo di un motore elettrico significativamente più potente che consentirà anche ad un mezzo pesante di ridurre l’impatto climatico delle proprie operazioni. Il veicolo elettrico ha un peso totale di 64 tonnellate, compreso carico e rimorchio, e percorrerà le strade tra le città di Piteå e Skellefteå nel nord della Svezia, per una distanza di 80 chilometri a tratta.

La partnership tra Scania e Wibax riguarderà anche ricarica, durata della batteria e pianificazione dei percorsi

Nell’ambito di una partnership a lungo termine, Scania e Wibax lavoreranno insieme per ottimizzare l’uso del veicolo nel tempo, inclusa la ricarica, la durata della batteria e la pianificazione del percorso. Ciò fornirà anche preziose informazioni a Wibax per l’aggiunta di altri veicoli elettrici all’interno della flotta dell’azienda.

Per Wibax, il veicolo elettrico Scania è un modo per ridurre l’impatto climatico delle proprie operazioni

“Abbiamo fatto del nostro meglio per essere sostenibili da quando l’azienda è stata fondata nel 1986 e poiché abbiamo identificato i trasporti come la causa del nostro maggiore impatto ambientale, questo trattore elettrico ci consente di portare avanti le nostre operazioni, con un occhio di riguardo alla sostenibilità. Wibax ridurrà le emissioni di CO2 fino a 1.400 tonnellate durante la vita utile del veicolo, rendendolo un vero punto di svolta“, afferma Jonas Wiklund, CEO di Wibax Group.

Scania e Wibax collaborano in modo stretto per lo sviluppo di questa soluzione elettrificata. “Questo è il primo 64 tonnellate completamente elettrico che mettiamo su strada nelle operazioni dei clienti. Passo dopo passo, stiamo dimostrando che le soluzioni elettriche stanno evolvendo molto velocemente e praticamente per tutti i segmenti”, afferma Fredrik Allard, Head of E-mobility, Scania.

Anche le infrastrutture di ricarica al centro del progetto di Scania e Wibax

Il continuo e rapido sviluppo pone ulteriormente l’accento sulla necessità di infrastrutture ed elettricità verde anche al di fuori delle aree urbane. Si stanno facendo dei passi ma è necessario agire in modo rapido. In questo caso, la società elettrica Skellefteå Kraft è stata coinvolta e sta fornendo l’infrastruttura di ricarica.

“Per noi è fondamentale essere in prima linea in materia di sostenibilità. Non dovrebbe essere solo qualcosa che leggi su un pezzo di carta; dovrebbe significare qualcosa di reale. I veicoli elettrificati più leggeri sono disponibili sul mercato da un po’ di tempo, ma per noi conta davvero solo ora che siamo in grado di elettrificare i nostri carichi da 64 tonnellate. Il nostro motto è ‘Great Chemistry’, ‘grande chimica’, e questo investimento è decisamente in linea con i nostri valori. Questi temi sono sul tavolo da molto tempo, ma ora la domanda di soluzioni sostenibili da parte del mercato sta aumentando. Tutto questo sta accadendo per davvero”, afferma Wiklund.

X