domenica, 4 Dicembre 2022
HomeUltim'oraRiparte Transpotec 2.0: il Salone dei trasporti

Riparte Transpotec 2.0: il Salone dei trasporti

È partito il countdown per il Transpotec 2.0, il Salone dell’autotrasporto in programma a Milano dal19 al 21 novembre nel quartiere fieristico di Rho-Pero. Dopo il bilancio positivo della precedente edizione, la kermesse ritorna con la sua formula, vincente e originale, che mette insieme grandi marchi di veicoli industriali e commerciali, reti di vendita e assistenza, utenti finali e operatori automotive. Senza dimenticare l’attenzione dedicata al settore dei rimorchi e semirimorchi personalizzati e degli allestimenti, vero motore della piccole e media industria di settore.

In un momento di incertezza e grave crisi economica, il Transpotec 2.0 si propone come unica occasione di incontro, confronto e business tra tutte le parti interessate allo sviluppo del trasporto e della consegna merci.

Punto forte della manifestazione resta la sezione convegni, grazie allo spazio dedicato agli Stati Generali dell’Autotrasporto. Tecnici ministeriali e Governo si confronteranno con gli esponenti delle associazioni sindacali di categoria e gli imprenditori per fare il punto sulle riforme, sui problemi e sulle novità che riguardano il mondo del trasporto merci, con particolare attenzione alla formazione e alla qualificazione degli operatori. Altri workshop riguarderanno argomenti mirati come la movimentazione merci pericolose e il trasporto carichi eccezionali, mentre una importante sezione, anche espositiva, sarà dedicata alla sicurezza.

Ritorna il circuito di quasi cinque chilometri, destinato alle prove veicoli. Quest’anno, stante il successo della scorsa edizione con oltre 5.000 chilometri percorsi e oltre 600 prove registrate, si prevede un numero sensibilmente maggiore di veicoli a disposizione dei visitatori.

Non mancheranno ampi spazi per l’esposizione dei mezzi, dei dispositivi automotive e dei software destinati a incrementare la sicurezza, ottimizzare la redditività, rendere più funzionale l’attività.

Senza dimenticare i carrozzieri italiani e stranieri con le rispettive novità.

Lo “spirito positivo” del Transpotec 2.0 rimane nella manifestazione grazie all’area dedicata ai più piccoli (presa d’assalto nell’edizione 2009), ai veicoli d’epoca e militari e alle tante iniziative destinate a rendere ancora più piacevole la permanenza in Fiera. Ritorna anche il premio innovazione, che quest’anno premierà i tre migliori progetti che hanno come obiettivo la razionalizzazione del trasporto.

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X