martedì, 18 Gennaio 2022

Renault Trucks testa I generazione veicoli ibridi

Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech, messo in prova all’inizio del 2009 nel quadro di
una sperimentazione in condizioni reali di utilizzo a Lione, sta dando oggi i primi risultati, dopo
5000 chilometri di test.
Il mezzo, equipaggiato con una attrezzatura per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, è stato
utilizzato dall’amministrazione municipale di Lione e da SITA (SUEZ Environnement) per oltre
un anno. Questa prima versione-test ha fornito agli ingegneri di Renault Trucks la possibilità di
apportare modifiche significative per il veicolo ibrido di “seconda generazione” attualmente in
fase di sperimentazione a Bruxelles e Lione.
Risultato di una esperienza arricchente tanto per Renault Trucks che per i suoi clienti.
Gli abitanti del centro di Lione hanno potuto vedere alla prova, per oltre un anno, la tecnologia ibrida di Renault Trucks. Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech, gestito dalla SITA (branca ambientale del gruppo Suez) e dalla città di Lione, nel centro cittadino, è stato messo in circolazione all’inizio del 2009 per la raccolta dei rifiuti solidi urbani. La sperimentazione in condizioni reali di utilizzo si è rivelata molto fruttuosa. Essa ha infatti consentito di convalidare questo nuovo concetto e di adottare numerose migliorie tecniche così come delle nuove prestazioni su questo primo veicolo-test in vista di una sua futura commercializzazione.
In circa 500 ore di gestione, il veicolo ha percorso oltre 5000Km e raccolto oltre 550 tonnellate di rifiuti.
Più di un autista ha potuto guidare Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech. Le squadre, una volta terminata la prova, hanno apprezzato il comfort d’utilizzo ed il bassissimo livello di rumore di questo mezzo, specialmente durante la raccolta in modalità completamente elettrica. Questo aspetto è stato rilevato sia dagli autisti che dagli abitanti della zona molto soddisfatti della discrezione di Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech.
Per ciò che concerne il consumo di carburante, il veicolo-test ha consentito all’amministrazione della città di Lione ed alla SITA di registrare una riduzione dell’ordine dal 20% al 25%, con un risparmio conforme agli obiettivi del progetto.
Un rendiconto quotidiano da parte degli autisti e degli operatori addetti alla raccolta, durante la sperimentazione, ha offerto l’occasione per apportare numerose evoluzioni su questa nuova
tecnologia. Il comfort, nella fase di passaggio fra la modalità elettrica e la modalità termica, è stato migliorato attraverso un nuovo software. L’avviamento a freddo è stato rivisto al fine di assicurare l’operatività del mezzo anche a basse temperature (-15°C). L’ambiente sonoro è stato esso stesso rivisto, specialmente sugli ausiliari del veicolo quali la guida servo-assistita, attualmente molto più silenziosa perché è stata elettrificata. I passi, d’altra parte, sono stati accorciati per facilitare l’inserimento del mezzo nelle zone urbane a denso traffico.
Questo primo veicolo ibrido, sviluppato sulla base di un Renault Premium Distribuzione in
configurazione 6×2*4, è equipaggiato con una attrezzatura per la raccolta di rifiuti solidi urbani
concepita appositamente dalla società Faun e dispone della motorizzazione Dxi7, Euro5, di 320cv, associata ad un motore elettrico con potenza nominale di 70Kw e un picco di 120Kw.
Renault Trucks ha saputo quindi sfruttare questa sua esperienza conclusasi con successo. Il
costruttore, cosciente dei benefici generati dalla tecnologia ibrida, lavora per migliorare sempre più la sua offerta. Altre versioni di Renault Premium Distribuzione Hybrys Tech sono attualmente in fase di test presso Coca Cola Enterprises Belgium, a Bruxelles e presso la società Colas a Lione.
Renault Trucks intende, in questo modo, imporsi come riferimento in materia di veicoli industriali ad alte performance ambientali per la distribuzione urbana.

X