martedì, 21 Maggio 2024
HomeEventiAl Transpotec siglato l’ordine di un MAN eTGS “full electric” per la...

Al Transpotec siglato l’ordine di un MAN eTGS “full electric” per la Sedamyl

Sedamyl sceglie un MAN eTGS “full electric” per il trasporto di materiale sfuso in cisterna tra i suoi stabilimenti. Accordo siglato al Transpotec

L’ambiente al centro. Una frase che sentiamo spesso, ma c’è chi ne fa una reale filosofia aziendale e chi si limita a retoriche enunciazioni. La Sedamyl di Saluzzo, in provincia di Cuneo, ma anche la sua consociata inglese Sadamyl UK, con sede vicino a York, fa parte della prima categoria e conferma questa scelta, non solo con lavorazioni attente alle emissioni, ma anche scegliendo un trattore MAN eTGS 18.449 4×2 “full electric” per il trasporto di materiale sfuso tra lo stabilimento di Saluzzo e quello di Busca, entrambi in provincia di Cuneo.

Chi è Sedamyl

Sedamyl è un’azienda a conduzione familiare leader nella lavorazione dei cereali per la produzione di amidi, dolcificanti, proteine e alcool. Fondata negli anni Cinquanta come distilleria di frutta, l’azienda ha negli anni sviluppato la propria produzione diventando uno dei principali fornitori di ingredienti per l’industria alimentare e delle bevande, della carta e del cartone ondulato, della green chemistry e della nutrizione animale. Per esempio, l’alta qualità e la neutralità del loro alcool da grano, prodotto in Italia e nel Regno Unito, sono apprezzate dai maggiori produttori europei di alcolici.

“La natura ci offre risorse generose che è nostro dovere valorizzare nella maniera più responsabile. Attraverso i nostri impianti e le nostre persone lavoriamo per la creazione di un valore condiviso con il coscienzioso obiettivo di migliorare la relazione tra l’uomo e il nostro pianeta con un approccio olistico e sostenibile. In una frase: valorizzare il potenziale della natura nel rispetto della natura stessa”, dichiara Stefano Frandino, CEO di Sedamyl Spa.

Da sinistra: Corrado Paolazzi di MAN Truck & Bus, Francesco Meineri della Concessionaria MAN Alpiservice, Carlo Toselli di Sedamyl, Nicola Calderara e Francesco Turati di MAN Truck & Bus.

Sedamyl sceglie un MAN eTGS “full electric”

Con queste premesse la scelta di una trazione “full electric” per il traino delle cisterne è quasi una scelta d’obbligo e farlo nel segno di MAN è la conferma della fiducia che Sedamyl ripone nel costruttore tedesco, cementata dal lungo e consolidato rapporto con la concessionaria Alpiservice di Cuneo, e in particolare con il suo titolare Francesco Meineri.

Il trattore MAN eTGS 18.449 4×2 è mosso da un motore elettrico di 330 kW (449 CV) configurato ponendo la massima attenzione nel contenere il più possibile la tara. Così è stata scelta la cabina NN, la più compatta della gamma TGS, quindi stretta, di lunghezza media e tetto normale. Anche i pack di batterie sono limitati a quattro, più che sufficienti per coprire la ventina di chilometri che separano i due stabilimenti Sedamyl.

Il veicolo è inoltre dotato di impianto idraulico per il ribaltamento e lo scarico della cisterna, ma soprattutto è coperto da contratto di manutenzione e riparazione totale, così come dalla suite completa di servizi digitali MAN, fondamentali per la sua gestione operativa, Non poteva mancare il corso ProfiDrive per gli autisti designati, sempre fondamentale per una guida efficiente, ma più che mai indispensabile per sfruttare al meglio le potenzialità, a cominciare dalla ricarica della batteria con l’attento uso dei freni, di un veicolo elettrico.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X