mercoledì, 26 Gennaio 2022

Inaugurato sistema controllo traffico marittimo

E' stato inaugurato ufficialmente, ieri mattina, dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti Altero Matteoli, la rete di comunicazione marittima Ais (Automatic identification system) del Mediterraneo, un sistema radio automatico di identificazione obbligatorio per tutte le navi passeggeri e per quelle da carico superiori alle 300 tonnellate di stazza. L'inaugurazione e' avvenuta nel corso della seconda Giornata europea del mare.

''In Italia – ha spiegato il comandante generale delle Capitanerie di porto, l'ammiraglio Raimondo Pollastrini – il sistema e' gestito dalla Guardia costiera ed e' operativo con 46 stazioni su tutto il territorio nazionale. Una rete – ha aggiunto – che consente di ricevere informazioni in tempo reale (rotta, velocita', posizione, nominativo, carico trasportato ed altro) da tutte le unita' di navigazione nei nostri mari''. Le informazioni confluiscono nella centrale operativa del comando generale.

''In ottemperanza a quanto indicato dall'Unione Europea – ha concluso l'ammiraglio – che ha imposto ai singoli stati costieri lo scambio di informazioni acquisite tramite questo sistema, nel 2006 il comando generale ha proposto di ospitare, sotto l'egida dell'Emsa (l'Agenzia europea per la sicurezza marittima) un sistema regionale per lo scambio di dati Ais a cui hanno aderito Spagna, Francia, Cipro, Portogallo, Grecia, Malta, Slovenia, Bulgaria e Romania. L'Ais e' proprio il simbolo di cooperazione fra i paesi che si affacciano sul Mediterraneo''. Il sistema regionale – formalmente inaugurato da Matteoli – fornisce giornalmente 1,2 milioni di informazioni ricevute dalle 5.300 navi in navigazione nel Mediterraneo. L'ammiraglio Pollastrini ha rilevato l'importanza di questo sistema per ''un'area sensibile e altamente congestionata come il Mediterraneo''.

Da ANSA

X