giovedì, 18 Aprile 2024
HomeLogisticaIl porto di Venezia si affaccia in Turchia

Il porto di Venezia si affaccia in Turchia

Nel panorama degli scambi intra-mediterranei, l’Alto Adriatico promuove lo sviluppo delle relazioni economiche commerciali tra la sponda sud del mediterraneo e l’Europa Centrale supportando e promuovendo la realizzazione di infrastrutture e servizi di trasporto adeguati ai volumi di traffico generabili.

La Turchia, con Istanbul in particolare, sono quindi il primo paese nel quale il Porto di Venezia, grazie alla collaborazione con l’Ambasciata d’Italia in Turchia e il Ministero agli Affari marittimi turco e l’ufficio Ice di Istanbul, ha deciso di presentare il nuovo terminal dedicato alle Autostrade del Mare e al traffico ro-pax (traghetti merci e passeggeri) attraverso il convegno “Il Gateway di Venezia per le Autostrade del Mediterraneo. Un modello vincente di cooperazione italo-turca”. La Turchia infatti, domina il mercato dei traghetti nel Medio Oriente grazie a tassi di crescita economica importanti (+8,9% nei primi nove mesi del 2010).

 L’Ambasciatore Italiano in Turchia Gianpaolo Scarante ha poi continuato dichiarando: “L'intensità dei flussi commerciali tra i due paesi – che hanno oramai recuperato il deficit causato dalla crisi internazionale – si fa sempre più sostenuta. Anche nel settore dei trasporti marittimi, come in quello industriale, è ora essenziale sostenere e promuovere iniziative di partenariato tra Italia e Turchia volte, da un lato, a sfruttare le opportunità offerte dai rispettivi mercati e, dall'altro, a esplorare congiuntamente le potenzialità dei mercati terzi come ad esempio quelli del Medio Oriente e il Caucaso”.

Il Presidente della Camera di Commercio Marittima – ente con autorità su tutti i porti turchi – Metin Kalkavan ha concluso sottolineando che “L'Adriatico e' di fatto la strada che la Turchia percorre per accedere all'Europa e se Venezia mette a nostra disposizione un’infrastruttura, una porta d'accesso, dedicata ai  ro-ro gli operatori turchi ne saranno il primo cliente. Venezia infatti non rappresenterà per noi solo un punto di arrivo per il turismo ma diventerà il porto specializzato per tutte le merci che questo nuovo terminal – e gli altri terminal specializzati – saranno in  grado di ricevere”.

 Infine, dall’ufficio del Sottosegretario arriva la proposta per la costituzione di un gruppo di lavoro tra l’Italia e i rappresentanti dei principali porti turchi.

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X