mercoledì, 28 Febbraio 2024
HomeLogisticaGeopost con BRT, a Roma il 100millesimo punto di Out Of Home...

Geopost con BRT, a Roma il 100millesimo punto di Out Of Home europeo

L’azienda del Gruppo francese La Poste, che nel 2017 ha acquisto l’italiana BRT, continua a sviluppare i servizi Out Of Home, le spedizioni e i ritiri da negozi e locker. Una modalità che sta incontrando sempre più gradimento da parte degli e-shopper

È a Roma, che Geopost ha deciso di celebrare il traguardo del 100millesimo punto di ritiro e consegna Out Of Home in Europa, con una simbolica cerimonia alla presenza del CEO di BRT Stefania Pezzetti, un evento che ha voluto sancire la capillarità europea di questo servizio di Geopost.

Come evidenziato dall’ultima edizione del Barometro degli E-shopper di Geopost, i consumatori si rivolgono sempre più alle consegne fuori casa per motivi di flessibilità e convenienza. Le consegne presso i locker e i negozi hanno registrato un aumento costante e ora rappresentano rispettivamente il 23% e il 24% dei luoghi di consegna abituali, con un incremento di 3 e 4 punti rispetto allo scorso anno. Si tratta di un mercato in rapida crescita; la rete Out-of-Home contava 20mila punti in Europa nel 2015 e 50mila nel 2021.

Dei 100mila punti Out-of-Home raggiunti oggi in Europa, 25mila si trovano in Polonia, 18mila in Francia, 10mila nel Regno Unito e quasi 8mila in Germania. In Italia la rete dei 7.900 punti di ritiro BRT-fermopoint è stata recentemente integrata con i locker. Sono già attive diverse postazioni ed entro fine anno è prevista l’ installazione in totale di 150 locker nelle principali città, con un piano di sviluppo per gli anni successivi.

La consegna fuori casa è un pilastro fondamentale della roadmap strategica “Together & Beyond” di Geopost, lanciata nel 2021. Come regola fondamentale, l’azienda francese utilizza un approccio locale per sviluppare la propria rete, al fine di determinare il giusto mix di negozi di pacchi e locker in base alle preferenze culturali locali.

Agli investimenti di BRT sulla rete Out Of Home si aggiungono quelli per lo sviluppo di servizi innovativi per l’ e-commerce, in grado di massimizzare il vantaggio per utenti, imprese e piattaforme grazie alla dimensione nazionale e interazionale. L’ultima novità è l’etichetta digitale: “la digitai parcel label” consente ai mittenti di affidare una spedizione ad uno shop della rete BRT-fermopoint, senza la necessità di stampare 1 etichetta. Una soluzione rivolta in particolare alle piattaforme C2C; nel 2022 il 70% degli e-shoppers ha utilizzato piattaforme C2C per vendere, acquistare o entrambe le cose. In questa strategia si colloca anche “myBRT”, l’applicazione che consente di gestire e organizzare spedizioni e consegne direttamente dallo smartphone.

Ricordiamo che BRT, che nel 2017 è entrata a far parte di Geopost, controllata dalla francese La Poste, è uno dei principali operatori del trasporto espresso in Italia, con una presenza sul territorio italiano di oltre 200 filiali, 35 hub parcel, 13 hub messaggerie, 10 impianti di logistica, 7.900 punti di ritiro e spedizione BRT-fermopoint.

Ferruccio Venturoli
Ferruccio Venturoli
Vicedirettore e co-conduttore Trasportare Oggi On Air [email protected]
X