martedì, 7 Febbraio 2023
HomeLogisticaDHL Express raddoppia la sua presenza in Cina

DHL Express raddoppia la sua presenza in Cina

INUGURATO ‘NORTH ASIA HUB’, IL PIU’ GRANDE DI TUTTA L’ASIA

Situato nei pressi dell’aeroporto internazionale di Shanghai-Pudong il ‘North Asia Hub’ si aggiunge a quelli già esistenti nell’area di Hong Kong (Central Asia Hub), Singapore e Bangkok.

Entro il 2014, previsti ulteriori nuovi investimenti per 100 milioni di euro destinati al potenziamento della flotta aerea.

DHL Express Italy, leader nel trasporto aereo espresso internazionale, punta a rafforzare la sua presenza in Cina con l’apertura del ‘North Asia Hub’, il nuovo hub costruito nei pressi dell’aeroporto internazionale di Shanghai-Pudong.

Situato nell’area del Yangtze River Delta, che rappresenta il 39% del valore totale delle importazioni/esportazioni di tutta la Cina, il ‘North Asia Hub’ di Shanghai è il secondo hub di DHL che va ad aggiungersi al ‘Central Asia Hub’  già inaugurato alla fine del 2008 e ubicato nell’area del Pearl River Delta (Hong Kong).

Con un investimento totale di 143 milioni di euro, che si inserisce nel piano di investimenti complessivo del Gruppo Deutsche Post DHL per l’Asia più di 2 miliardi di euro, il ‘North Asia Hub’ occuperà una superficie di 88 mila mq. (pari a 13 campi da calcio!).
Di questi, 55 mila mq. saranno dedicati a sofisticati sistemi di smistamento che comprenderanno più di 6 km di nastro trasportatore in grado di  manovrare più di 20 mila pacchi all’ora e altrettanti documenti.

Il nuovo hub avrà inoltre ben 50 zone di carico riservate per le movimentazioni dei camion.

Per quanto riguarda i sistemi di sicurezza, solo per citarne alcuni, saranno attive 300 telecamere a circuito chiuso e 20 dispositivi a raggi x oltre che un sistema di controllo qualità (Qualità Control Center – QCC) in grado di monitorare con estrema precisione tutte le rotte attive.

Dal punto di vista dell’impatto ambientale, la nuova struttura sarà pienamente compatibile con gli standard richiesti a livello internazionale attraverso l’utilizzo di un sistema di illuminazione a risparmio energetico e sistemi di riscaldamento dell’acqua alimentati ad energia solare.

DHL Express ha inoltre in programma entro il 2014 di investire altri 100 milioni di euro per l’acquisto di 8 nuovi aerei necessari a potenziare le tratte che collegano Shangai e l’Asia del Nord (Hong Kong, Osaka, Tokyo) all’Europa (Regno Unito in particolare) e agli USA (Cincinnati).
Tutte le operazioni di DHL saranno rese possibili anche grazie a un network aereo che comprende 40 aerei, sfrutta circa 700 voli di linea e una serie di partnership tecniche. In particolare, POLAR AIR, AEROLOGIC e DHL Air UK.
Nei prossimi mesi, inoltre, saranno potenziati i collegamenti con alcune città di Taiwan come Incheon e Taipei e della Cina come Dalian e Qingdao. Nel 2013 sarà la volta di Pechino e Xiamen.

“L’apertura del nuovo ‘North Asia Hub’” dichiara Fausto Forti, Presidente e AD di DHL Express Italy “fa parte di una più ampia strategia di rafforzamento della presenza di DHL Express in un mercato notevolmente in espansione e ha l’obiettivo di massimizzare l’efficienza dei propri servizi e di garantire una copertura capillare a livello regionale e mondiale. Anche per le imprese italiane” conclude Forti “ che sono già presenti in Cina o che si stanno affacciando su questi mercati, ‘North Asia Hub’ rappresenta un’opportunità importante per accorciare le distanze, rendere i tempi di transito più vantaggiosi e migliorare la connettività con i principali sbocchi mondiali”.

A testimonianza della grande importanza che avrà mercato asiatico, anche Frank Appel, CEO del Gruppo Deutsche Post DHL, ha, recentemente, ribadito che “entro il 2017 i ricavi generati in Asia, che oggi si attestano a circa il 20% delle entrate globali del Gruppo Deutsche Post DHL, arriveranno a contribuire per ben 1/3 sul totale”.

La vicinanza alle principali direttrici stradali che dall’aeroporto di Shanghai si diramano per tutta la regione del Yangtze River Delta, permette a DHL di garantire una maggiore velocità per la viabilità dei mezzi e per lo svolgimento delle operazioni di carico e scarico.

Come per gli altri 3 hub asiatici (Hong Kong, Bangkok e Singapore) anche il ‘North Asia Hub’ di Shanghai sarà collegato con tutte le principali destinazioni locali attraverso un network costituito da 70 gateway presenti in tutta l’Asia.

Li Derun, Presidente dell’Autorità aeroportuale di Shangai, asserisce che “ il lancio del nuovo hub di DHL Express nel Nord Asia darà un’ulteriore impulso alla movimentazione di materiali in partenza e in transito dall’aeroporto internazionale di Pudong a Shanghai: si apre, pertanto, un nuovo capitolo di collaborazione tra le autorità portuali e DHL con l’obiettivo di ottimizzare, sempre più, gli scambi tra oriente e occidente”. 

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X