sabato, 3 Dicembre 2022
HomeAftermarket“Castrol su Marte”, il podcast per sensibilizzare i consumatori sulla durata dei...

“Castrol su Marte”, il podcast per sensibilizzare i consumatori sulla durata dei lubrificanti

Gli oli e i lubrificanti Castrol sono utilizzati sul rover Perseverance della NASA che opera su Marte a temperature fino a -153 °C

Castrol ha lanciato “Castrol su Marte”, una nuova serie podcast incentrata su persone divenute fonte di ispirazione: scienziati, astronauti, piloti professionisti, ingegneri e personaggi di spicco. Ogni protagonista racconta la propria storia descrivendo quali doti sono necessarie per riuscire a lavorare in condizioni estreme sul nostro pianeta o addirittura nello spazio. Gli ascoltatori possono seguire il podcast “Castrol su Marte” cliccando qui sotto.

In questo momento, gli oli e i lubrificanti Castrol sono utilizzati a 400 milioni di chilometri da qui, a temperature fino a -153 °C, sul rover Perseverance della NASA atterrato su Marte. I grassi Braycote e gli oli Brayco, appositamente sviluppati da Castrol, garantiscono la lubrificazione essenziale per strumenti scientifici di fondamentale importanza, come una stazione meteo, uno spettrometro a raggi UV e un registratore di immagini microscopiche a laser. Una cosa è certa: che siano scelti dalla NASA per missioni di esplorazione lontane oppure dagli automobilisti per la loro auto, i prodotti Castrol offrono sempre livelli estremamente elevati di durata.

Disponibile sul nuovo canale PodBean di Castrol e su tutte le principali piattaforme in streaming, la serie è composta da otto episodi nei quali intervengono, tra gli altri, gli astronauti Sandra Magnus e Robert Thirsk, che raccontano in che modo hanno affrontato le condizioni estreme dello spazio, e Sarah Cruddas, giornalista scientifica esperta di spazio, conduttrice televisiva di caratura internazionale e autrice pluripremiata, che descrive le difficoltà che il rover Perseverance si trova ad affrontare durante la sua straordinaria missione su Marte.

Più vicini a noi, i piloti Sam Bird (Formula E) e Gus Green-Smith (Campionato del mondo di rally) illustrano le qualità necessarie per vincere nelle gare motoristiche di alto livello, mentre David Eyton, ex responsabile dell’innovazione e progettazione di bp, racconta il proprio punto di vista sulle difficoltà affrontate da ingegneri e scienziati nello sviluppare prodotti che devono resistere a pressioni estreme.

Le officine vengono invitate a condividere teasers dei podcast dai canali social di Castrol al fine di aumentare l’engagement, mentre i concessionari attraverso i podcast possono sensibilizzare i clienti sulla leadership di Castrol nello sviluppo di lubrificanti premium.

Una ricerca dimostra che il 35% delle persone che ascolta abitualmente podcast è interessata ad argomenti legati a tecnologia e scienza*. La serie “Castrol on Mars” ha già ricevuto il primo premio nelle categorie “Documentary” e “Technology” ai prestigiosi Communicator Awards.

Elizabeth Jones, Castrol Global Communications, ha dichiarato: “La nostra nuova serie di podcast mette in evidenza ciò che è necessario per operare in alcuni degli ambienti più remoti ed estremi. Le officine possono utilizzare queste storie di vita reale e vissuta per creare fiducia, aumentare i profitti e migliorare il proprio legame con il marchio Castrol“.

Collage image with planet Earth from the outer space from the ISS window. Huge hurricane. Elements of this image furnished by NASA.

Gli oli e i lubrificanti Castrol sono utilizzati sui mezzi che trasportano queste persone molto speciali nello spazio, sulla terra o nel mare. Livelli superiori di protezione e durata simili a quelli di questi prodotti sono offerti anche dalla gamma Castrol EDGE.

Castrol EDGE con Fluid TITANIUM Technology si trasforma dal punto di vista molecolare per essere più forte sotto pressione, mantenere separati i componenti metallici e ridurre l’attrito. Quando la pressione si allenta, l’olio ritorna allo stato fluido. Più forte quando sotto pressione, Castrol EDGE con Fluid TITANIUM Technology™ abbassa del 20% l’attrito che riduce le prestazioni.

A. Trapani
A. Trapanihttps://www.andreatrapani.com
Redattore e Responsabile Area Web Trasportare Oggi in Europa
X