martedì, 28 Giugno 2022
HomeInfrastruttureAS 24 e il carburante 100% sostenibile HVO: quali vantaggi e...

AS 24 e il carburante 100% sostenibile HVO: quali vantaggi e dove si trova

Con l’evoluzione delle energie rinnovabili il ruolo dei biocarburanti sta diventando sempre più importante. I regolamenti locali ed europei si evolvono ogni anno e l’incorporazione del “bio” nel diesel sta aumentando.

In Spagna il mercato del biodiesel è cresciuto del 9,5% nel 2021, in Italia e Slovenia del 10%, mentre il mercato più maturo in Europa in termini di prodotti bio, dopo i paesi scandinavi, è quello dei Paesi Bassi con il 17,5%.

Tra i combustibili alternativi, l’HVO 100 in particolare – olio vegetale con raffinazione all’idrogeno – rappresenta uno dei capisaldi della strategia di decarbonizzazione di TotalEnergies, che lo produce e delle società afferenti alla Compagnia, tra cui AS 24, con l’obiettivo di contribuire concretamente a risolvere le problematiche di inquinamento locale.

L’HVO 100 Hydrotreated Vegetable Oil è un combustibile rinnovabile al 100%, particolarmente versatile, derivante da diverse materie prime a base biologica, residui e rifiuti. È composto al 100% da paraffine, che sono molecole identiche a quelle presenti nei carburanti diesel convenzionali. Grazie alla sua struttura fisico-chimica, può essere utilizzato in un motore diesel, come miscela o in sostituzione del diesel stesso.

In ottica di innovazioni tecnologiche e riduzione dell’impatto ambientale, nell’attuale fase di transizione verso la decarbonizzazione del settore, AS 24 promuove lo sviluppo di combustibili alternativi di elevata qualità, con lo scopo di proporre soluzioni sempre più rinnovabili ai propri clienti.

HVO 100 soddisfa i criteri di sostenibilità stabiliti dall’Unione Europea ed è conforme alla norma EN15940 (diesel sintetico paraffinico XTL). Secondo questi parametri i vantaggi di questo biocarburante, rispetto ai combustibili tradizionali, sono molteplici e degni di nota:

– 100% origine rinnovabile
– riduzione delle emissioni di CO2
– sostituisce il carburante abituale e non è necessario alcun adattamento tecnico
– può essere erogato dal serbatoio di gasolio

Nonostante i costi di produzione siano più elevati per i biocarburanti, rispetto ai carburanti convenzionali, la visione “sostenibile” e l’impegno di AS 24 profuso in questa direzione ne incoraggiano l’utilizzo, soprattutto in quei Paesi dove va posta particolare attenzione su tematiche sensibili come il sostegno dell’agricoltura, l’indipendenza energetica, l’utilizzo consapevole del territorio, la lotta contro le politiche di cambiamento climatico.

Anche se il prodotto è disponibile solo in alcuni paesi europei – la sua vendita, nelle stazioni di servizio, è infatti autorizzata in Belgio, Paesi Bassi, Danimarca e Svezia, mentre l’uso in Francia è riservato alle flotte – il mercato dell’HVO sta crescendo con molte unità di produzione aperte dal 2020, a dimostrazione che la produzione di questo biocarburante sta aumentando e la disponibilità del prodotto sul mercato sta migliorando.

Il prodotto è reperibile su queste stazioni accettanti la carta AS 24:

Belgio
5182: TotalEnergies Hognoul
5203: TotalEnergies Lommel
5227: MAES Londerzeel

Paesi Bassi
7301: AS24 Hazeldonk

Svezia
5708: ARBOGA
5709: ASTORP
5710: FALKENBERG
5711: LINKÖPING
5713: MARIESTAD
5701: ODESHOG
5704: UDDEVALLA
5715: VIMMERBY

Danimarca
5666: Ishøj
5973: Køge 2

Applicando i filtri è possibile verificare aggiornamenti on line presso station finder di AS 24.

Redazione
Redazionehttps://www.trasportale.it
Il canale di informazione e comunicazione multimediale del mondo del trasporto.
X