lunedì, 24 Gennaio 2022

Segnali di ripresa

E’ tempo di vacanze, ma non per il governo, che continua a lavorare per affrontare spinose questioni non più rimandabili, tra cui Iva e Imu (su cui “entro il 31 agosto sarà detta la parola fine”, ha dichiarato il premier), e, soprattutto, per rispondere al bisogno di stabilità del Paese, che richiede “comportamenti responsabili da parte di tutti”, ha ribadito Enrico Letta. Cosa non facile, viste le tensioni di questi ultimi tempi. Eppure una notizia positiva in questi giorni l’abbiamo letta: l’economia italiana sarebbe sulla via della guarigione, nonostante i tanti problemi e le tante difficoltà che ancora sussistono.

In un incontro a Palazzo Chigi fra il premier Enrico Letta, il ministro dell’economia Saccomanni e il Governatore della banca d’Italia Ignazio Visco è emerso un elemento da tutti condiviso: la ripresa è più vicina (anche se sarà graduale), i segnali di miglioramento dell’economia sono reali, in particolare per l’autunno, “sono però necessarie politiche di continuità con le scelte fatte” per favorire la crescita e “agganciare e favorire questa ripresa”. “Ripresa – si sottolinea nel governo – che è figlia anche della stabilità sui mercati, che dunque bisogna sforzarsi di mantenere e consolidare”.

X