venerdì, 21 Gennaio 2022

Scania punta sui giovani e loro formazione

“Bisogna investire nel fattore umano e nei giovani per continuare a crescere”, di questo ne è fortemente convinta Scania, costantemente alla ricerca di giovani talenti. L’azienda infatti è pronta ad investire sui giovani, convinta del fatto che siano proprio loro il fattore determinante per continuare a crescere in un contesto estremamente competitivo come il settore dei trasporti.

Il Grifone – che nella filiale italiana di Scania – conta per l’anno 2016 115 dipendenti e 16 assunzioni – ha da poco partecipato alla giornata di Porte Aperte del Politecnico di Milano cogliendo l’occasione per presentarsi ai numerosi ingegneri presenti all’evento; da questa fucina, molto probabilmente, usciranno i prossimi tirocinanti che avranno la possibilità di restare in azienda e crescere professionalmente.

Investire sui giovani significa garantire loro concrete prospettive di lavoro che durino nel tempo. Un elemento chiave per Scania, che investe sì nella formazione di giovani talenti ma al tempo stesso continua ad offrire ai propri dipendenti concrete opportunità di crescita in azienda”, ha evidenziato Dino Cecconi, Vice Direttore generale di Italscania e responsabile HR del Gruppo in Italia. “Questo fa sì che anche i dipendenti decidano di investire nell’azienda: un dato che emerge chiaramente guardando agli anni di anzianità dei dipendenti. 20 anni: è questa, infatti, la media degli anni di permanenza in Italscania. Un numero da record, unito al fatto che tra i dipendenti sono presenti persone entrate in azienda oltre 40 anni fa”.

Numeri che confermano ulteriormente il fatto che l’azienda investe in modo concreto nel fattore umano affinché i propri dipendenti possano crescere in un contesto lavorativo formativo ed estremamente stimolante, contribuendo così alla costante crescita dell’azienda.

X