martedì, 28 Maggio 2024
HomeEventiSaMoTer 2023, come è andata

SaMoTer 2023, come è andata

Torna SaMoTer dopo un pausa durata 6 anni: obiettivo dell’edizione 2023 è stato quello di rappresentare le imprese che operano nella cantieristica e nell’edilizia. Registrando grandi ritorni e qualche assenza

Dopo una pausa che durava dal 2017 è tornato SaMoTer, il salone dedicato alle macchine per costruzioni, che si è tenuto a Verona dal 3 al 7 maggio scorsi.

La 31ª edizione di Samoter si è concentrata sull’implementazione delle nuove tecnologie nel settore delle costruzioni, al fine di renderlo sempre più competitivo e sostenibile. I partecipanti hanno potuto vedere in azione le macchine del futuro nell’innovativa area espositiva, il Cantiere Digitale, che ha fatto il suo debutto quest’anno come parte del progetto Samoter LAB.

Torna SaMoTer – I numeri

L’edizione 2023 ha visto la presenza di 536 aziende espositrici di cui 115 arrivate da 23 Paesi esteri. 40mila i visitatori presenti durante i cinque giorni di fiera provenienti da 91 paesi, tra cui hanno primeggiato Germania, Spagna e Francia ma non sono mancate presenza anche da Asia, Africa, Nord e Sud America.

Con più di 80 iniziative formative e attività educative organizzate in collaborazione con prestigiosi partner tecnico-scientifici, SaMoTer ha voluto dimostrare la sua vocazione di fiera attenta ai contenuti. Inoltre, l’evento ha visto la partecipazione di oltre 106 top buyer provenienti da 36 paesi selezionati da Veronafiere e ICE-Agenzia, con i quali sono stati programmati oltre 500 incontri B2B.

Presenti anche le istituzioni con gli interventi del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, che ha inaugurato l’evento fieristico, e quella del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Antonio Tajani che ha sottolineato come Samoter faccia parte a pieno titolo delle strategie di promozione integrate all’estero per le imprese italiane.

Chi c’era e chi non c’era

Feedback positivi da Veronafiere secondo cui l’edizione 2023 del Samoter ha raggiunto risultati positivi.

Ma se da un lato la presenza di aziende che operano nel settore delle costruzioni e delle macchine movimento terra è stato sicuramente massiccio, con il grande ritorno di grandi player del comparto come CGT Caterpillar e Hitachi, dall’altro si è notata la scarsa presenza dei costruttori di truck, con la sola partecipazioni di Renault Trucks, Daf Trucks e Astra Veicoli Industriali, tutti riuniti all’interno del padiglione 7 dedicato ai veicoli industriali.

Renault Trucks punta a rilanciare la gamma cava-cantiere

All’interno del suo stand presente nel padiglione n. 7, Renault Trucks ha presentato l’intera gamma prodotto relativa al segmento cava-cantiere (Gamma K, Gamma C e Gamma D) e i servizi ad essa associati. come dichiarato da Pierre Sirolli, Amministratore Delegato di Renault Trucks Italia, l’obiettivo del Costruttore è quello di acquisire maggiori quote di mercarto all’interno del segmento cava-cantiere, attraverso il rilancio del prodotto, la formazione dei fornitori, l’abbattimento dei tempi di consegna grazie alla disponibilità del prodotto in tempo reale e una serie di azioni commerciali che avranno lo scopo di far conoscere i veicoli Renault Trucks in tutta Italia.

Debutto a SaMoTer per la serie XFC di DAF

DAF Trucks ha presentato a SaMoTer la serie XFC, la nuova generazione dei veicoli dedicati al segmento Costruction: aerodinamica ottimizzata, catena cinematica ad alta efficienza, eccellente posizione di guida, allestimenti e finiture di prima classe sono i tratti distintivi di questa gamma di DAF Trucks. Insomma, lo stesso DNA ei pluripremiati veicoli XF, XG e XG+, eletti “International Truck of the Year 2022 e 2023”.

Un’ampia scelta di configurazioni degli assali, diverse varianti di trasmissione e tipologie di cabina molto confortevoli rendono i nuovi modelli DAF XFC estremamente versatili. Il modello XFC a 2, 3 e 4 assali per applicazioni construction, sarà disponibile con trazione singola o doppia ed è progettato per i lavori più impegnativi in condizioni difficili. Questo veicolo robusto offre un ampio angolo di attacco, una distanza dal suolo elevata ed è caratterizzato da un esclusivo design esterno con paraurti robusto e una piastra di protezione del radiatore in acciaio.

I veicoli robusti di Astra Veicoli Industriali

All’interno del padiglione 7 anche Astra Veicoli Industriali, il brand Iveco Group dedicato al settore delle costruzioni e dell’edilizia. In uno stand di 300 m2 Astra ha presentato i suoi veicoli più rappresentativi della gamma HD9, progettata per lavori gravosi nel settore minerario, petrolifero, delle grandi opere e del trasporto pesante.

La prossima edizione del SaMoTer è prevista dal 6 al 9 maggio 2026 che come anticipato da Veronafiera sarà “sicuramente la continuazione di questa esperienza, soprattutto per quanto riguarda il Cantiere digitale e il mondo della sostenibilità”.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X