domenica, 27 Novembre 2022
HomeUltim'oraLa risposta di Arcese al fermo

La risposta di Arcese al fermo

“Non è attuando un fermo dei servizi di trasporto che si risolvono i problemi della categoria”. E’ il commento di Eleuterio Arcese, Presidente di ANITA dopo la conferma di un’azione di protesta programmata per la prossima settimana da Trasportounito.

“Siamo tutti consapevoli che l’autotrasporto stenta ad uscire dalla crisi, ma non dobbiamo essere noi stessi gli artefici di un ulteriore tracollo. Solo attraverso il dialogo – ed è questa la strada corretta, intrapresa dal Sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Bartolomeo Giachino – è possibile risolvere i problemi dell’autotrasporto italiano, peraltro già presenti nell’agenda del Governo”.

“Il Governo ha concesso al settore 700 milioni di euro. In termini economici non possiamo chiedere di più. Chiediamo, però, che sia attuato il nuovo Piano nazionale della Logistica, che auspico venga approvato presto dal Cipe”.

“Giovedì 12 maggio, al tavolo con il Governo, proporrò delle misure per il trasporto italiano da inserire nel decreto per lo sviluppo. Il Presidente di Trasportounito, Franco Pensiero, venga al tavolo a discutere con noi”.

Da ANITA

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X