martedì, 16 Agosto 2022
HomeUltim'oraLa mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico...

La mega-fabbrica del Gruppo Volkswagen a Foshan rafforza la strategia per l’elettrico in Cina

Con la costruzione di una seconda fabbrica, la capacità di produzione del sito produttivo passerà da 300.000 a 600.000 veicoli all’anno. Ad aprile il primo Volkswagen T-Roc prodotto da FAW-Volkswagen ha lasciato le linee di assemblaggio: insieme all’Audi Q2L, la cui produzione comincerà entro la fine del 2018, sarà un tassello fondamentale all’interno di un segmento SUV particolarmente dinamico.Insieme agli stabilimenti FAW-Volkswagen di Qingdao e Tianjin, la fabbrica di Foshan gioca un ruolo importante nella strategia di elettrificazione “Roadmap E” in Cina.

I veicoli attualmente prodotti su piattaforma MQB saranno presto elettrificati. Entro il 2020, l’architettura MEB sarà introdotta nelle linee di produzione e andrà ad affiancarsi all’attività di assemblaggio dei sistemi di batterie MEB. I moderni veicoli elettrici dotati delle più recenti tecnologie Volkswagen e Audi saranno quindi prodotti a Foshan.
“Grazie a questo mega-stabilimento, nel sito produttivo di FAW-Volkswagen nel sud della Cina, manteniamo la promessa di elettrificare il Paese” afferma Jochem Heizmann, Membro del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen AG e Presidente e CEO di Volkswagen Group China. “Foshan è una pietra miliare sulla strada per diventare un fornitore di mobilità sostenibile che mette il Cliente al centro”.

Nell’ambito della “Roadmap E”, il Gruppo Volkswagen intende introdurre 40 nuovi modelli elettrici (NEV) prodotti localmente nel corso dei prossimi sette o otto anni, con l’obiettivo di arrivare a produrre fino a 1,5 milioni di unità all’anno entro il 2025.Il nuovo stabilimento di Foshan costituisce un esempio ideale di produzione ecosostenibile e a risparmio energetico, di fabbricazione intelligente e di procedure smart. Grazie a un sistema completo di depurazione e riciclo, la fabbrica non emette inquinanti; non solo sarà un produttore di soluzioni di mobilità sostenibili e intelligenti, ma anche un ottimo esempio di operatività eco-compatibile.

A. Trapani
A. Trapanihttps://www.andreatrapani.com
Redattore e Responsabile Area Web Trasportare Oggi in Europa
Articolo precedenteA Milano una nuova sede Italferr
Articolo successivoSALTO DI GENERAZIONE
X