martedì, 7 Febbraio 2023
HomeLeggi e normativeTunnel Brennero: via alla fase realizzativa

Tunnel Brennero: via alla fase realizzativa

Ieri a Innsbruck si è svolta la cerimonia di approvazione e avvio dei lavori per la realizzazione della galleria di base del traforo ferroviario del Brennero che, con due tunnel paralleli a pendenza ridotta, collegherà Innsbruck con Fortezza. L'opera fa parte del Corridoio Europeo 1 Berlino-Palermo. La galleria di base sarà lunga 55 chilometri e, una volta collegata a sud di Innsbruck con uno svincolo sotterraneo esistente, darà vita al tunnel ferroviario più lungo al mondo (64 chilometri).

Il costo di realizzazione della galleria di base concordato da Austria e Italia ammonta a circa otto miliardi di euro, compresi gli accantonamenti per rischi, che saranno finanziati dalle due nazioni e che includeranno i 786 milioni di euro stanziati dall'Unione Europea a titolo del bilancio TEN-T nell'ambito delle prospettive finanziarie 2007-13.
I lavori di scavo nei tunnel di esplorazione e accesso sono iniziati nel 2008. L'accordo tra Italia e Austria consente ora l'inizio dei lavori relativi alla galleria principale partendo da Innsbruck a nord e da Fortezza a sud. Dal 2016 sarà scavata la parte centrale della galleria tra Ahrental e Trens e il progetto dovrebbe essere completato entro la fine del 2025.
«Oggi – ha dichiarato nel corso della cerimonia il ministro italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli – è davvero un momento storico per l'Italia e l'Europa. Si completa un lungo iter progettuale e autorizzativo e si concretizzano gli accordi tra l'Italia, l'Austria, la Germania e l'UE. Un esempio di come dovrebbe agire e funzionare l'Europa. Quando il tunnel verrà completato, saranno enormi i vantaggi per il sistema dei trasporti su ferro sia dal punto di vista commerciale che turistico. L'Italia – ha concluso Matteoli – è fortemente impegnata affinché questo valico importante del corridoio Berlino-Palermo veda la luce».
Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il vicepresidente della Commissione Europea e responsabile dei Trasporti, Siim Kallas, il coordinatore delle reti TEN-T Corridoio 1, Pat Cox, il ministro austriaco dei Trasporti, Doris Bures, il sottosegretario tedesco ai Trasporti, Andreas Scheurer, e gli amministratori delegati di Ferrovie dello Stato e ÖBB, Mauro Moretti e Christian Kern.
«La decisione odierna – ha detto il commissario europeo Siim Kallas – segna un importante passo in avanti. In questi tempi economicamente difficili è più importante che mai investire in una politica sostenibile per i trasporti europei. In linea con gli obiettivi del Libro Bianco sul futuro dei trasporti, la galleria di base del Brennero fornirà un contributo fondamentale al trasporto ferroviario e al ruolo che esso svolge per rendere più efficienti e sostenibili i trasporti nelle regioni alpine».
«La decisione odierna – ha confermato il coordinatore europeo del progetto Pat Cox – testimonia dei progressi messi a segno dall'Austria e dall'Italia negli ultimi mesi come anche dalla piattaforma per il corridoio del Brennero e da altre parti interessate fin dall'inizio di questo importante progetto prioritario TEN-T. È un tributo a tutti coloro che hanno lavorato con grande impegno per garantire la realizzazione di quello che sarà uno dei principali corridoi ferroviari europei. Vorrei inoltre cogliere questa opportunità per rendere omaggio al mio predecessore, il compianto Karel Van Miert, per il ruolo fondamentale da lui svolto per far progredire, in ogni singola fase, un progetto complesso come questo».

Da Informare

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X