martedì, 25 Gennaio 2022

Transit Connect: quasi pronto

In Italia sarà disponibile entro la fine dell’anno il nuovo  Ford Transit Connect, che si aggiunge alla rinnovata gamma di veicoli commerciali dell’ampia e versatile famiglia Transit.

Il Transit Connect affianca il Transit Custom, già disponibile sul mercato, e sarà seguito dal compatto Transit Courier e dal Transit da 2 tonnellate, che arriveranno nel 2014. “Ford ha unito l’affidabilità e la resistenza del modello precedente, ha migliorato l’efficienza, incrementato la configurabilità dello spazio a bordo e vestito il nuovo modello di uno stile dinamico e affascinante,” ha dichiarato Barb Samardzich, Vice Presidente Sviluppo Prodotti, di Ford Europa. “Il nuovo Transit Connect stabilisce un nuovo punto di riferimento nel settore affermandosi come partner ideale per il lavoro di tutti i giorni.”

Sviluppato nell’ambito della strategia globale One Ford, il Transit Connect è stato progettato in Europa con la collaborazione della squadra di ingegneri della struttura Ford-Otosan, in Turchia. La produzione dei modelli destinati ai mercati di tutto il mondo, compreso quello europeo e quello nordamericano, avverrà a Valencia, in Spagna. Disponibile nelle versioni Furgone, Furgone Doppia Cabina e Combi N1, il Transit Connect è dotato di un’area di carico spaziosa e pratica, con un volume totale di carico di 2,9 m3 (passo corto) e 3,6 m3 (passo lungo) con paratia divisoria completa, che diventano 3,7 m3 e 4,4 m3 considerando anche lo spazio aggiuntivo disponibile in cabina. La capacità di carico, al vertice della categoria, arriva a 1.000 kg.

L’offerta di motori comprende l’efficiente diesel Duratorq TDCi 1.6, disponibile in versioni da 75, 95 e 115 cavalli, l’EcoBoost 1.0 a benzina da 100 cavalli e l’EcoBoost 1.6 a benzina da 150 cavalli, quest’ultimo accoppiato a con cambio automatico a sei rapporti.

A differenza di altri veicoli commerciali concorrenti, sottoposti agli stessi test di resistenza delle auto, i modelli della famiglia Transit rispettano i rigidissimi standard che Ford riserva ai propri veicoli commerciali. I rigorosi test riservati al Transit Connect sono stati condotti nell’arco di 5 milioni di chilometri percorsi in pista, in laboratorio e in condizioni di utilizzo reale. 400.000 chilometri di test sono stati svolti in collaborazione con i clienti fleet, che hanno utilizzato il Transit Connect nel corso delle proprie attività quotidiane.

Il nuovo modello porta avanti la leggendaria reputazione del Transit Connect in quanto a sicurezza: la chiusura centralizzata a doppia sicurezza può essere configurata a seconda delle esigenze del cliente, mentre i rinforzi anti-effrazione su cerniere e serrature impediscono di accedere al vano di carico con la forza, tramite trapani e arnesi da scasso. Lo stile degli interni, eleganti e spaziosi, è derivato dalle auto Ford e sono ricchi di vani portaoggetti aggiuntivi, intelligentemente ricavati nell’abitacolo. Le tecnologie di sicurezza, intrattenimento e assistenza alla guida comprendono l’Active City Stop, una novità per il segmento, e il Ford SYNC con Emergency Assistance, un sistema che ha già ricevuto, a bordo del Transit Custom, un riconoscimento speciale Euro NCAP Advanced.

Il Ford Transit Connect sarà disponibile in Italia negli allestimenti Entry e Trend. La popolare versione Trend offrirà di serie il terzo sedile anteriore per il passeggero, una paratia divisoria con portello di carico per ospitare oggetti di lunghezza superiore, impianto audio con Bluetooth e climatizzatore.

Articolo precedenteAncora giù
Articolo successivoFedEx apre a Perugia
X