domenica, 14 Aprile 2024
HomeLogisticaRenault Trucks annuncia una nuova piattaforma logistica a Lione

Renault Trucks annuncia una nuova piattaforma logistica a Lione

Renault Trucks costruirà una nuova piattaforma logistica a Lione per adeguare il suo sito di Saint-Priest alle normative ambientali e operative delle attività logistiche

Il nuovo edificio a basso impatto energetico, all’interno del sito di Lione Saint-Priest, occuperà una superficie di 46.000 mq per un investimento di 132 milioni di euro.

Renault Trucks costruirà una nuova piattaforma logistica a Lione

L’edificio, che sarà operativo nel 2028, ospiterà il centro mondiale di distribuzione dei pezzi di ricambio Renault Trucks.

Renault Trucks ha presentato il progetto di costruzione della nuovissima piattaforma logistica ricambi all’interno della propria area di Saint-Priest, alla periferia di Lione, che andrà a sostituire impianti più vecchi.

Con un investimento totale di 132 milioni di euro nella nuova piattaforma logistica di ultimissima generazione, il costruttore francese e il Gruppo Volvo, di cui fa parte, dimostrano ancora una volta l’impegno per la sostenibilità delle strutture produttive e logistiche e riaffermano il forte radicamento di Renault Trucks nell’area metropolitana di Lione.

Installazione strategica e ottimizzazione delle operazioni

Poiché l’attuale edificio del centro di distribuzione di Vénissieux ha cento anni e non è conforme ai requisiti ambientali e operativi delle attività logistiche, Renault Trucks ha dovuto esaminare tutte le possibilità, compreso il trasferimento dell’attività in un altro sito.

Dopo diversi progetti esaminati è stato deciso di reinserire la piattaforma logistica a Saint-Priest, nell’area dell’attuale stabilimento di produzione di assali e ponti che è in procinto di trasferirsi nel comune adiacente di Vénissieux, più vicino allo stabilimento di produzione dei motori.

Per trasferire la piattaforma logistica nel sito dell’ex fabbrica, nei prossimi tre anni verranno eseguiti importanti lavori che richiederanno innanzitutto la demolizione dell’edificio esistente e la bonifica del terreno. La riqualificazione di questa area dismessa rispetterà il principio dell’artificializzazione zero del territorio.

L’edificio, dove lavoreranno circa 500 dipendenti, comprenderà un magazzino di 46.000 mq che integra uno stoccaggio standard, un’area completamente automatizzata dedicata ai piccoli pezzi e uno spazio riservato allo stoccaggio delle batterie. Il futuro centro di distribuzione sarà conforme ai più rigorosi standard di sicurezza e sarà caratterizzato dalla netta separazione dei movimenti di pedoni, camion e altri veicoli.

Saranno anche compiuti notevoli sforzi per migliorare l’ergonomia e il comfort operativo dei magazzinieri, compresa la robotizzazione di alcune operazioni e l’ottimizzazione delle scaffalature di stoccaggio. Le nuove procedure saranno definite in stretta collaborazione con i dipendenti.

Infine, sarà incoraggiato il lavoro di team con un’area di 4.000 mq destinata agli uffici per garantire l’efficienza operativa.

Un edificio a risparmio energetico

Il progetto, che sottolinea l’impegno di Renault Trucks nella decarbonizzazione delle sue attività, segna una nuova tappa nella transizione verso la produzione di energia rinnovabile.

Il nuovo centro di distribuzione è stato progettato per essere un edificio a guadagno energetico. Dotato di pannelli fotovoltaici su tutto il tetto, produrrà energia elettrica rinnovabile per coprire il proprio fabbisogno (compreso il riscaldamento dell’edificio, i carrelli elevatori e la ricarica dei veicoli elettrici) e quello degli edifici vicini. Tutti gli impianti, privi al 100% di fonti fossili, saranno alimentati dall’elettricità rinnovabile prodotta nello stabilimento.

Renault Trucks si è inoltre impegnata a rendere più verde il sito piantando 400 alberi per contribuire a migliorare la biodiversità e la qualità della vita sul posto di lavoro.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X