giovedì, 20 Gennaio 2022

Promessi 50 milioni per l’intermodale

Venerdì presso l’Interporto di Rivalta Scrivia si è tenuto il primo degli eventi organizzati dall’Unione Interporti Riuniti in collaborazione con il Censis per ribadire il ruolo strategico degli interporti italiani evidenziandone le ricadute economico, sociali ed ambientali.

L’evento ha portato numerose proposte innovative tra cui quella di consolidare un unico sistema di coordinamento interregionale che sovraintenda le realtà interportuali più significative del Nord-Ovest: Rivalta, Torino, Novara, Vado Ligure.

In quest’ottica la Uir che «di uscire dall’individualismo tipicamente italiano di gestire infrastrutture di interesse collettivo operando al di fuori di logiche di sistema». « Un messaggio che ci si augura accolgano presto anche i porti e le Autorità portuali – ha dichiarato il presidente della Uir, Alessandro Ricci – raccogliendo l’invito ad aprire un tavolo di confronto che possa portare nel breve periodo ad una fattiva collaborazione prima che il varo della nuova legge di riforma portuale inauguri una fase di regresso piuttosto che di progresso».

Le conclusioni dell’evento sono state affidate al sottosegretario Bartolomeo Gachino che nella lista delle sue priorità ha sicuramente l’aggiornamento del vecchio Piano della Logistica da effettuare congiuntamente con le Regioni tenendo presente il nuovo scenario attuale e futuro dell’economia nazionale e affiancandolo da una legge specifica dedicata allo sviluppo della logistica in Italia.

L’Unione interporti riuniti ha accolto nelle dichiarazioni del sottosegretario una vera e propria rivendicazione del ruolo di primo piano che il governo deve avere nel pianificare la politica di trasporto nazionale; rivendicazioni che fortunatamente smorzano le aspirazioni dell’azienda ferroviaria italiana di disegnare in autonomia la strategia della logistica portuale e interportuale.

Un tavolo congiunto interporti, porti e ferrovie con la direzione affidata al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, è quello al quale presto siederà la Uir. Ma l’evento di Rivalta è stato testimone di un ulteriore impegno da parte del sottosegretario Giachino, reperire fin da subito un sostegno finanziario annuo per i prossimi tre-cinque anni di 50 milioni di euro da destinare al trasporto combinato. Prossimo appuntamento il 30 ottobre a Trento.

Da Shippingonline

X