giovedì, 27 Gennaio 2022

Prima consegna Euro 6 per la Losanga

Quando una Casa rivoluziona nello stesso momento tutta la sua gamma di veicoli, la prima consegna non può che essere considerata una pietra miliare della sua storia, un punto di arrivo, che allo stesso tempo segna l’inizio di una nuova sfida. Una sfida che Renault Trucks sta affrontando con una grandissima grinta, ripagata da un feeedback di mercato estremamente positivo, soprattutto nei confronti della sua nuovissima gamma T (lunga distanza), riconosciuta dai clienti (e non) -  che stanno accorrendo numerosi ai “porte aperte” organizzati ogni mese dalla Casa, con tanto di prove dinamiche – come prodotto “premium”.
“Abbiamo rivisto e raddoppiato le stime su gennaio”, ci ha anticipato l’Amministratore unico di Renault Trucks Stefano Ciccone in occasione della cerimonia di consegna, avvenuta ieri a Bolzano, parlando del portafoglio ordini dei primi mesi 2014. “Abbiamo deciso di non insistere con l’Euro 5, ma di concentrarci sull’Euro 6, che ci sta dando grandi soddisfazioni”.
E un’aria di grande soddisfazione si è respirata anche ieri, quando le chiavi del primo veicolo della gamma T immatricolato in Italia, sono passate dalle mani di Stefano Ciccone a quelle di Rudolf Hofer,  dell’azienda Transbozen di Chiusa (Bz), realtà storica altoatesina specializzata nel trasporto frigorifero di alimenti, che l’azienda effettua in tutta Europa, da 35 anni.

Un evento nell’evento
Per dare ancor più risalto alla prima consegna Euro 6 della Losanga, la “cerimonia” è avvenuta nell’ambito di un altro importante evento, la conferenza stampa di presentazione della “Final Four di Collalbo”, la  finale di Coppa Italia  che vedrà protagoniste, proprio questo fine settimana sull’Altopiano del Renon, le prime quattro squadre del campionato di hochey su ghiaccio: Val Pusteria, Asiago, Valpellice e Ritten Sport, squadra, quest’ultima, di cui Renault Trucks è main sponsor di lunga data. Una collaborazione iniziata ben sette anni fa, proprio nel momento in cui è iniziata la progettazione delle nuove gamme che la Casa ha presentato in anteprima mondiale questa estate.  

Lunga collaborazione
E di lunga collaborazione si può parlare anche nel caso di quella tra la Losanga e la Transbozen, visto che negli ultimi dieci anni di attività l’azienda, nata nel 1978, ha quasi sempre utilizzato Premium e Magnum, annoverando oggi nella sua giovanissima flotta (l’età media dei 30 veicoli di proprietà di cui si compone è di circa due anni e mezzo, tutti Euro 5) 28 Renault.
Un’azienda particolarmente attenta, data anche la peculiarità dei trasporti che effettua e per i quali è certificata IFS (International Food Standard), alla massima qualità del servizio offerto, ma anche, ovviamente, ai consumi (che Transbozen rileva mensilmente) e dove quindi l’affidabilità, la robustezza, la redditività sono i requisiti indispensabili che ricerca per i suoi veicoli, destinati a percorrere mediamente 13-14.000 km ogni mese trainando semirimorchi frigoriferi sulle strade di tutta Europa. L’esperienza fatta in tanti anni con la Losanga ha convinto dunque la Transbozen anche nell’acquisto del primo Euro 6: “Una macchina che funziona davvero molto bene e che ci soddisfa particolarmente nei consumi, nonché nel peso della motrice”, ha tenuto a sottolineare con spirito pragmatico Rudolf, che non si è fatto mancare nulla nell’acquisto del nuovo arrivo:  un T 520 High Sleeper Cab dotato di tutti gli accessori presenti nel listino. Un veicolo che è piaciuto subito anche al padre di Rudolf, Franz Hofner, il titolare dell’azienda, il primo a “scoprire” il T Range quando, a fine agosto, Renault Trucks lo ha presentato in anteprima nazionale proprio a Collalbo in concomitanza con la presentazione della squadra di hochey Ritten Sport.   
Sul veicolo (per il cui acquisto è stata presentata la domanda per usufruire degli incentivi Euro 6), Transbozen sta testando l’Optifleet, il sistema di gestione flotta di Renault Trucks. La Casa di Lione, ha infatti offerto ai clienti che ordinano un veicolo della nuova gamma prima del 31 dicembre 2013, la possibilità di testare gratuitamente per cinque mesi il sistema, che permette di risparmiare fino a 5.000 Euro all’anno per veicolo. Un test ancora più importante per Tranbozen, per comparare il sistema Optifleet con i satellitari di cui sono già dotati tutti gli altri veicoli.

X