mercoledì, 10 Agosto 2022
HomeLogisticaNovità in casa Linde

Novità in casa Linde

Linde Material Handling (MH) Italia, società controllata da Linde Material Handling (MH) GmbH, uno dei maggiori produttori mondiali di carrelli elevatori frontali e gamma da magazzino, lo scorso 18 Aprile ha inaugurato la nuova filiale diretta a Bologna.

Operativa da settembre 2012, la nuova sede di Linde MH Italia è situata a Castel Maggiore, in via A. Magnani 5/B, ed è al servizio delle province di Bologna, Ravenna, Forlì Cesena, Pesaro Urbino, Rimini e Repubblica di San Marino.

Durante il battesimo della nuova Filiale sono state presentate le formule di acquisto e noleggio, oltre ai servizi di assistenza post vendita ed alle tecnologie che accompagnano l’evoluzione degli ultimi modelli dei carrelli elevatori frontali e gamma da magazzino.   La nuova sede, a pochi mesi dall’apertura, occupa oltre 12 addetti nei settori del servizio post vendita, vendita e back office. L’importante investimento ed il dettagliato piano di implementazione hanno consentito l’immediato raggiungimento degli elevati standard di servizio Linde, evitando soluzione di continuità nell’assistenza ai clienti. Nonostante le importanti flessioni del mercato interno, Linde MH GmbH ha ritenuto opportuno proseguire il rilevante piano di sviluppo che prevede un’ulteriore integrazione dell’organico fino a 20 unità nel corso del 2013. Andrea Lusvardi, direttore Business & Development di Linde MH Italia, dichiara: “La consapevolezza dell’unicità dei nostri prodotti, corredati di servizi confezionati per le specifiche e diverse esigenze di ciascun cliente, rappresenta la molla al nostro determinato piano d’investimenti che vedrà Linde Italia incrementare progressivamente la propria quota sul mercato nazionale in linea con le performance già raggiunte dal gruppo sulle altre piazze europee”.

Novità di prodotto

E’ stato inoltre presentata al mercato la nuova generazione di carrelli retrattili R14/R20 con una portata da 1,4 t a 2 t. Grazie al design compatto ed innovativo, i nuovi carrelli retrattili permettono una movimentazione ancora più produttiva delle merci all’interno dei magazzini, mentre le nuove soluzioni tecniche rendono il veicolo più confortevole, potente, sicuro e di semplice manutenzione. L’ampia scelta di montanti, batterie, telai ed equipaggiamenti speciali permette, inoltre, di offrire al cliente soluzioni su misura derivate direttamente dalla produzione di serie.

Stabile e sicuro alle grandi altezze

Quando si parla di tecnologia di magazzino, i retrattili rappresentano la classe premium; questi veicoli sono, infatti, utilizzati sia per il trasporto delle merci sia per lo stoccaggio in altezza. I carrelli sono in grado di raggiungere un sollevamento di 13 m, così da poter utilizzare ulteriori posti-pallet. Dietro a questi vantaggi c’è l’innovativo concept del montante, realizzato con profili più resistenti e rinforzati che consentono una riduzione delle oscillazioni abbinata ad una portata residua incrementata fino al 20%. Il preciso ed efficace assemblaggio dei profili del montante, delle guide catene e dei cilindri di sollevamento permette di ottenere una visibilità ottimale attraverso il montante.

Comfort ad alti livelli

I costi del personale rappresentano la voce di spesa più importante nella movimentazione merce. Inoltre, gli operatori influenzano significativamente le prestazioni dei loro carrelli. Per queste ragioni, durante il processo di sviluppo dei nuovi carrelli retrattili, Linde ha concentrato la propria attenzione sul miglioramento dell’ergonomia. Le migliorie introdotte riducono lo stress per il conducente e contribuiscono a salvaguardare la sua salute. Gli operatori possono regolare la console di comando, il volante, il display, i joystick ed il bracciolo, in modo da adattare perfettamente il posto di guida alle proprie esigenze. Le vibrazioni causate da superfici irregolari, dossi o pavimentazioni danneggiate vengono ridotte al minimo grazie ad un sedile ammortizzato ad aria, che permette anche la regolazione in altezza. In relazione al peso dell’operatore, è anche disponibile il posizionamento automatico ottimale della corsa del sedile. Queste caratteristiche rappresentano un’innovazione eccezionale nel comfort del sedile in questa classe di portata. Inoltre, le peculiarità di ammortizzazione all’avanguardia proteggono l’operatore da urti e colpi e la cabina, isolata dal telaio, evita la trasmissione delle vibrazioni. Numerosi vani porta-oggetti consentono all’operatore di avere sempre a disposizione strumenti di lavoro ed oggetti personali, incluso il telefono cellulare che può essere ricaricato grazie alla presa supplementare integrata (opzione).

Il deposito ed il prelievo di merci alle grandi altezze è reso più semplice se l’operatore ha visibilità sulle forche e sul carico. Il nuovo carrello retrattile Linde può essere equipaggiato con il nuovissimo tettuccio panoramico in vetro antisfondamento che protegge l’operatore dalla caduta accidentale di oggetti e consente una visuale superiore senza alcun ostacolo. Sistemi di sicurezza supplementari, alcuni dei quali in opzione, includono la protezione addizionale all’altezza delle spalle, il dispositivo Linde BlueSpot con tecnologia a LED che informa preventivamente tutto il personale nelle vicinanze circa l’imminente uscita del carrello dal corridoio ed i quattro sistemi di frenatura indipendenti, che garantiscono spazi di frenatura ridotti anche nei casi di emergenza.  

Completamente accessoriato di serie

Molte delle nuove funzioni e delle innovazioni del carrello retrattile sono già incluse nella versione di serie. Per esempio: il sedile ammortizzato ad aria, regolabile in altezza ed in funzione del peso dell’operatore, il sistema di assorbimento delle vibrazioni, il montante fisso con brandeggio della piastra porta-forche, il display che mostra l’altezza di sollevamento oltre l’alzata libera.

Il carrello più produttivo della sua classe

Nel confronto con la concorrenza, Linde è all’avanguardia per quanto riguarda la produttività dei suoi nuovi carrelli retrattili, come emerge dai risultati dei test sulle prestazioni condotti dall’ente tedesco TÜV Nord. La superiorità di Linde è sorprendente se si considera che il nuovo retrattile può raggiungere una velocità di sollevamento di 0,55 m/s, con un incremento del 41% rispetto alla serie precedente (0,7 m/s senza carico, con un miglioramento del 27%). Anche la velocità di abbassamento senza carico è stata incrementata del 22% rispetto ai modelli precedenti fino a raggiungere 0,55 m/s. Per allineare il più possibile il consumo energetico alla produttività, è possibile selezionare una tra le tre differenti parametrizzazioni dinamiche di guida: “Performance”, per la massima produttività, “Efficiency”, per combinare le prestazioni con l’efficienza energetica, ed “Economy” per le applicazioni più leggere.  

Le vibrazioni causate da superfici irregolari, dossi o pavimentazioni danneggiate vengono ridotte al minimo grazie ad un sedile ammortizzato ad aria, che permette anche la regolazione in altezza.

Ampia gamma, grande manovrabilità e facilità di manutenzione

Ogni area del magazzino ha proprie caratteristiche e necessità e pertanto richiede un carrello elevatore specifico. Grazie alla nuova generazione di carrelli retrattili, i clienti hanno a disposizione oltre diciassette diverse configurazioni base tra cui scegliere, senza contare le numerose lunghezze e larghezze del telaio, le versioni drive-in o celle frigorifere, le batterie di diverse dimensioni e le centinaia di tipologie di montanti.

Il design del carrello retrattile è stato progettato attorno all’operatore ed al posto di guida, ruotato di 90°. Grazie alla combinazione della doppia pedaliera Linde e dello sterzo a 180°, i carrelli retrattili possono girare velocemente e con precisione anche in spazi ridotti. Ciò significa: raggio di volta ridotto al minimo e massima manovrabilità nei corridoi.

L’elevato livello di affidabilità rappresenta una priorità assoluta per l’operatività di un carrello. ed il tempo di inattività deve essere sempre ridotto al minimo. Per questo motivo Linde ha ulteriormente migliorato l’accesso ai componenti per la manutenzione, rendendo gli interventi più veloci ed efficienti.

X