sabato, 3 Dicembre 2022
HomeVeicoliMidolini Fratelli Spa amplia la sua flotta con due nuovi MAN TGS

Midolini Fratelli Spa amplia la sua flotta con due nuovi MAN TGS

I due MAN TGS acquistati da Midolini saranno utilizzati per interventi in spazi ristretti e operazioni di sollevamento

Midolini Fratelli Spa nasce negli anni Cinquant su iniziativa di Umberto Midolini con una semplice attività di estrazione e di trasporto inerti da diverse cave nella periferia di Udine. Dagli anni Ottanta, anche grazie all’ingresso in azienda dei figli Mirva e Sandro, l’impegno si è concentrato sulle attività di sollevamento e sui trasporti eccezionali e, nel 1996 con la riforma portuale, la Midolini Fratelli Spa è divenuta anche Impresa Portuale con sede a San Giorgio di Nogaro, sempre in provincia di Udine e, più recentemente, con altri insediamenti a Marghera (Venezia), Trieste e Monfalcone (Gorizia). Oggi in azienda è operativa anche la terza generazione con Giacomo Pittini, figlio di Mirva Midolini, che ricopre la carica di Amministratore delegato: “Siamo da anni fedeli clienti MAN. Lo dimostra il fatto che, in occasione dell’acquisto dei due nuovi MAN TGS, abbiamo ceduto alla concessionaria MAN Nord Diesel di Udine un vecchio modello degli anni Ottanta che sarà restaurato perché vero e proprio pezzo da collezione. Ai nostri mezzi chiediamo performance e affidabilità e MAN non ci ha mai deluso. Se poi a questo aggiungiamo l’eccellente servizio garantito dall’officina autorizzata di zona, si può ben capire come questo rapporto sia destinato a durare ancora a lungo. Io non prendo parte attiva agli interventi, ma dai nostri autisti ho avuto eccellenti riscontri sulle innovazioni della nuova gamma, della quale hanno apprezzato soprattutto il comfort di guida e in generale della cabina. Io sono più attento ai conti e posso garantire che anche sotto questo aspetto abbiamo notato un sensibile miglioramento nella gestione dei veicoli”.

I due MAN TGS acquistati da Midolini

Due i carri MAN che sono recentemente sono entrati a far parte della flotta Midolini.

MAN TGS 35.470 8x4H-6 allestito con gru articolata Fassi F1650RA

Il MAN TGS 35.470 8x4H-6 è allestito con gru articolata Fassi F1650RA con sbraccio fino a 40,95 m dotata di una prolunga idraulica e cestello, quindi ideale per interventi in spazi ristretti e altezze elevate. Alcune funzionalità del veicolo possono essere controllate dal telecomando della gru (per esempio un lento avanzamento), evitando così al manovratore di salire e scendere dalla cabina durante le fasi di posizionamento e di sollevamento. Questo MAN TGS è dotato anche di trazione idrostatica disinseribile MAN HydroDrive sull’asse anteriore che garantisce una migliore motricità in condizioni di scarsa aderenza. La driveline è completata dal turbodiesel D26 Euro 6d, il collaudato sei cilindri in linea di 12,4 litri e 470 cv con una coppia di 2.500 Nm, mentre il cambio è manuale con doppia presa di forza per le applicazioni speciali. La cabina è quella normale medio-lunga e gli assi posteriori sono dotati di sospensioni pneumatiche a controllo elettronico (ECAS).

MAN TGS 35.510 8×4 con idrogru KT160.33

Il secondo MAN TGS 35.510 8×4 è completato da una idrogru KT160.33 dotata di braccio telescopico a cinque sfili per una lunghezza fino a 30,10 m che permettono di raggiungere un’altezza da terra di 33 m, mentre le dimensioni contenute dell’insieme carro/gru li rendono perfetti per operazioni di sollevamento di grandi carichi in spazi ristretti, inaccessibili alle più ingombranti autogru. Questo TGS dispone di quattro ruote motrici sempre in trazione, il motore MAN D26 eroga 510 cv per una coppia di 2.500 Nm e il cambio è sempre manuale. Cabina e sospensioni sono identiche al modello precedente.

Redazione
Redazionehttps://www.trasportale.it
Il canale di informazione e comunicazione multimediale del mondo del trasporto.
X