lunedì, 24 Gennaio 2022

L’offensiva di Renault

In questo 2014 stiamo assistendo ad importanti rinnovi di gamma nel settore dei veicoli commerciali, come vi stiamo puntualmente informando sia su questo sito che sulle pagine di Trasportare oggi.
Così è anche per Renault, che sta “affilando le sue armi” per consolidare la sua posizione di leader di mercato, sia in Francia che in Europa, decretata da una quota del 14,6% nel 2013.
Anche la Losanga lancia dunque la sua offensiva presentando ufficialmente alla stampa oggi, a Copenaghen, i suoi due nuovi furgoni, Nuovo Trafic e Nuovo Master, che proseguono il percorso di rinnovamento iniziato con la commercializzazione del Nuovo Kangoo lo scorso anno. Tutti francesini doc, visto che nascono, rispettivamente, negli stabilimenti produttivi di Sandouville, Batilly e Maubeuge.
Gli ordini per il Nuovo Trafic e Nuovo Master si apriranno a breve, a partire da Luglio, e saranno disponibili presso le concessionarie da settembre. Ma vediamo quali sono le principali novità dei due furgoni appena presentati, dandovi appuntamento sulla nostra rivista per gli approfondimenti.

Nuovo Trafic: un ufficio mobile dal grande confort

Giunto alla sua terza generazione, il Nuovo Trafic raccoglie il testimone, e la fama, dei suoi predecessori  rendendosi degno del successo ereditato non solo confermandone i punti di forza, ma apportando importanti novità.
Con un nuovo design robusto e dinamico che riprende i codici stilistici del marchio (ma robustezza  e praticità non si limitano ovviamente solo all’aspetto stilistico, come dimostrano ad es. i paraurti avvolgenti e le larghe modanature di protezione laterale), Nuovo Trafic presenta dimensioni più importanti, a vantaggio del comfort e della funzionalità: gli sbalzi si allungano rispettivamente di 10 centimetri anteriormente e di 11 posteriormente, la lunghezza di carico diventa la migliore del mercato con 3,75 m su L1 e 4,15 m su L2, mentre la paratia divisoria arretra di 3 centimetri a vantaggio dello spazio in cabina, completamente rinnovata. Anche il design dell’abitacolo dunque evolve radicalmente, offrendo al conducente un confort tipicamente automobilistico, ma progettato allo stesso tempo come un vero e proprio “ufficio mobile”, che integra una serie completa di strumenti che semplificano la vita dei professionisti: dai supporti per telefoni e tablet allo spazio per il PC, al tavolino formato A4 amovibile, e ben 14 vani portaoggetti (per un volume utile totale di oltre 90 litri).
Praticità e confort  si ritrovano anche nel lavoro di carico/scarico, grazie ad un volume di carico, per le versioni furgone, compreso fra 5,2 e 8,6 mc, e alle dimensioni delle porte posteriori a battenti e alla forma squadrata della zona di carico che, già apprezzate nel Trafic II, vengono riproposte sul Nuovo Trafic senza variazioni.
Gli ingegneri motoristi di Renault hanno dotato Nuovo Trafic di una nuova gamma di motorizzazioni che beneficiano delle migliori tecnologie frutto dell’esperienza e dei successi di Renault in Formula 1. Queste diverse motorizzazioni, adattate alle specifiche esigenze dei clienti professionali, coniugano sobrietà e flessibilità.
Nuovo Trafic utilizza il propulsore R9M, proposto in versioni single turbo (90 o 115 cv) o Twin Turbo (120 S&S o 140 cv con o senza S&S). Nuovo Trafic combina ottime performance a bassi consumi, toccando la soglia dei 5,7 l/100 km con il dCi 120 S&S. In media, gli acquirenti beneficeranno di una riduzione dei consumi di 1 l/100 km rispetto a Trafic II, pari a un risparmio di 1.200 in 3 anni (stima realizzata sulla base di 30.000 km/anno e un prezzo del carburante da 1,7 € al litro, IVA compresa).
Infine, per quanto riguarda la sicurezza, Nuovo Trafic è equipaggiato di serie con l’ESP di ultima generazione, dotato delle più recenti innovazioni tecnologiche in materia di sicurezza attiva e passiva: Extended Grip, Hill Start Assist e il controllo di stabilità del rimorchio, e riprende anche la funzione antiribaltamento e il controllo adattivo del carico. La visibilità posteriore di Nuovo Trafic migliora grazie a nuovi dispositivi, quali la Parking camera, lo specchio “Wide View” e il retrovisore a doppia sfera.

Nuovo Master: consumi al miglior livello

Anche Master, il grande furgone di Renault prodotto a Batilly, è ben posizionato nel suo segmento: n°1 delle vendite in Francia, è anche leader in Algeria e Marocco e, nel 2013, ha registrato una quota di mercato di 11,9% in Europa (4° posto) e di 13,4% in Euromed-Africa (2° posto).
Le principali evoluzioni di Nuovo Master si sono concentrate sull’ampliamento della gamma motori, che passa da tre a quattro livelli di potenza (dCi 110, 125, 135 e 165), per soddisfare tutte le necessità di utilizzo dei clienti professionali. Grazie all’adozione della tecnologia Twin Turbo, le nuove motorizzazioni guadagnano quindi in maggiore potenza, ma anche in riduzione dei consumi. Equipaggiato con propulsore Energy dCi 165, Nuovo Master consuma fino a 1,5 l/100 km in meno rispetto alla versione dCi 150 del precedente modello, pari a un risparmio di circa 2.000 € in tre anni. Con un consumo di carburante che parte da 6,9 l/100 km, Nuovo Master si colloca tra i furgoni più economici della categoria.
Migliorato il livello di comfort e di sicurezza di guida,  adottando di serie l’ESP di ultima generazione, che comprende l’Extended Grip (che migliora la mobilità del veicolo in qualsiasi condizione del manto stradale), Hill Start Assist (che si attiva in presenza di pendii superiori al 3%, consentendo al veicolo di non indietreggiare), l’anti-sbandamento del rimorchio (che ne ripristina la traiettoria), ma anche lo specchio “Wide View”, che migliora la visualizzazione dell’angolo morto.
Infine, Nuovo Master propone un’inedita versione furgone L4 (H2 e H3) a trazione posteriore con ruote singole, specificamente sviluppata per i corrieri. Sulla precedente generazione di Master, questa versione veniva proposta solo con ruote gemellate. La versione ruote singole beneficia di 30 centimetri in più di distanza tra passaruota, questo consente il carico di un europallet in larghezza. Il vano di carico può così accogliere 5 europallet (su L4), una caratteristica molto importante per i clienti che percorrono molti km e, appunto, per i corrieri.
Tutte queste novità sono associate al restyling del frontale, moderno e dinamico, che adotta i codici stilistici del marchio.

X