domenica, 14 Aprile 2024
HomeVeicoliLo Sprinter compie 20 anni

Lo Sprinter compie 20 anni

I fazzoletti di carta si chiamano kleenex, il nastro adesivo scotch e, sempre per antonomasia, i veicoli commerciali con peso complessivo intorno alle 3,5 t sono diventati ormai Sprinter. Le ragioni sono le stesse per i tre prodotti indicati: concept innovativo, qualità del prodotto esemplare, Clienti soddisfatti e, di conseguenza, grande successo di mercato. Grazie alla straordinaria notorietà del prodotto, il nome commerciale entra nel linguaggio comune. Lo Sprinter, fiore all’occhiello di Mercedes-Benz Vans, ha dato così il suo nome ad un’intera categoria di veicoli. Presentato nella sua prima versione ormai 20 anni fa, oggi lo Sprinter viene guidato da oltre 2,9 milioni di persone in 130 Paesi della terra. In due decenni il van ha scritto una storia coronata da straordinari successi. Una vera leggenda che continua a segnare nuovi record.

Sprinter 1995: l’inizio di una storia di successi

Nella primavera del 1995 debutta la prima generazione Sprinter: una pietra miliare da molteplici punti di vista. Lo Sprinter è il primo veicolo commerciale della Stella a non essere identificato da sobri codici alfanumerici, ma da un nome vero e proprio. Da subito, il veicolo si fa ambasciatore di una forte offensiva di prodotto della Stella nel settore van e truck. Il nuovo Sprinter seguiva le orme di una vera leggenda tra i van, identificato dalla denominazione Mercedes-Benz T1, che  in 18 anni era stato prodotto in quasi 1 milione di esemplari. Il nuovo veicolo riceve in eredità tuttavia solo il concept tecnico di base, tutto il resto era stato rivoluzionato. Risultava assolutamente unica la combinazione di carrozzeria autoportante e vigorosa trazione posteriore, moderno assetto e sospensioni a ruote indipendenti sull’asse anteriore, dotazioni di sicurezza esemplari e potenti motori.

Bestseller

Lo Sprinter era destinato al successo: già nel primo anno di produzione completo, il 1996, lasciarono le linee di Düsseldorf oltre 100.000 esemplari. Quasi 20 anni più tardi, nel 2014, sono stati 186.114 gli esemplari costruiti a Düsseldorf ed a Ludwigsfelde, in Germania, nella metropoli argentina Buenos Aires, a Charleston nello stato americano del South Carolina, nella cittadina russa di Nischni Nowgorod ed a Fuzhou, in Cina. Oggi lo Sprinter viene prodotto in 6 stabilimenti su 4 continenti. E, con ogni probabilità, nell’anno in corso, lo Sprinter segnerà un nuovo record assoluto. Fino ad oggi Mercedes-Benz ha al suo attivo una produzione di quasi tre milioni di Sprinter.

Soluzione a misura di Cliente: una risposta ad ogni domanda

Alla base del grande successo dello Sprinter sicuramente il relativo concept, specificamente studiato, ed i continui sviluppi: si tratta infatti di un veicolo in costante evoluzione. La gamma di varianti molto articolata, che comprende nel frattempo tre passi, quattro lunghezze e tre altezze, pesi complessivi compresi tra 3,2 e 5 t, una molteplicità di varianti di carrozzeria ed equipaggiamenti come dotazione di fabbrica, è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza garantendo alla Stella una posizione di leadership su questo fronte. L’offerta viene completata da un efficiente sistema di gestione degli allestitori, in grado di offrire ulteriori soluzioni in stretta collaborazione con specialisti certificati nel settore. Già al debutto, nel 1995, il van fece clamore con il più potente motore diesel della sua classe: in quegli anni erano sufficienti allo scopo 90 kW (122 CV). Oggi la gamma delle potenze dei motori diesel spazia da 70 kW (95 CV) a 140 kW (190 CV); sono inoltre disponibili due motorizzazioni a metano, monovalente e bivalente, con una potenza di 115 kW (156 CV). Sprinter è disponibilie con cambio ECO Gear a sei marce, tipicamente impiegato sui veicoli commerciali, o automatico con convertitore di coppia a sette marce 7G-TRONIC. Se occorre affrontare frequentemente tratti sconnessi, è possibile optare per la versione 4×4, che dispone di sistema di trazione integrale autonomamente sviluppato ed offerta direttamente come dotazione di fabbrica.

Miracolo di redditività

Sprinter non è solo potente, ma anche parco nei consumi ed ecologico. Con il pacchetto BlueEFFICIENCY Plus i consumi scendono, a 6,3 l/100 km nel ciclo combinato: si tratta con ogni probabilità di un valore record sul fronte economia dei consumi. Gli intervalli di manutenzione si attestano a 60.000 km. Nel 2013 la Casa di Stoccarda è stata la prima ad aver messo a disposizione, insieme al nuovo Sprinter, una gamma completa di motori conformi alla norma sui gas di scarico Euro VI diversi anni prima delle imposizioni di legge.
Una delle caratteristiche di eccellenza dello Sprinter è rappresentata dalla cabina, spaziosa e confortevole. Nel corso degli anni Mercedes-Benz non ha mai smesso di svilupparla e perfezionarla, con nuove dotazione di serie. Ma non sono solo gli interni a testimoniare l’ambizione all’eccellenza del veicolo: in tutto il mondo lo Sprinter viene prodotto secondo gli standard qualitativi di Mercedes-Benz. Lo stabilimento principale è quello di Düsseldorf, sulle cui linee nascono oltre 100.000 esemplari dello Sprinter. Alla base della qualità offerta, oltre a dipendenti altamente qualificati e motivati, un’innovativa tecnica di produzione. Un esempio in tal senso è offerto dalla “produzione intelligente”, un sistema di produzione ad alta efficienza che è stato da poco presentato nello stabilimento dedicato agli autotelai di Ludwigsfelde.

Campione di sicurezza

Lo Sprinter non è tuttavia esclusivamente sinonimo di comfort, perché a bordo conducente e passeggeri si sentono anche sicuri. Il lungo elenco di premi conferiti alle tecnologie di sicurezza dello Sprinter data fin dal 1995, con i freni a disco su tutte le ruote, il sistema antibloccaggio ABS e numerosi altri dettagli. Prosegue poi con l’introduzione dell’Electronic Stability Program ESP® nella dotazione di serie: nell’anno 2002 si trattava di una novità mondiale nel settore dei veicoli commerciali. E i cinque nuovi sistemi di assistenza per il nuovo Sprinter del 2013 non rappresentano certo l’ultimo capitolo di questa evoluzione.

Lo sviluppo non si arresta mai, come testimoniano i continui successi dello Sprinter. Dopo l’anno del debutto, il 1995, già nel 2000 il veicolo si presentava completamente rivisitato dal punto di vista sia estetico che tecnico. Le successive modifiche apprezzabili esteriormente sono seguite nel 2002. Mentre nel 2006 è stato presentato uno Sprinter completamente nuovo. Nel 2009 il van è la volta di nuove motorizzazioni e cambi, mentre nel 2013 arriva il nuovo facelift. Nel 2015, l’ultimo, provvisorio traguardo è rappresentato dalle nuove versioni  EXECTIVE e PRO che completano l’offerta Mercedes nel segmento Large Van e garantiscono un importante vantaggio cliente. Una cosa tuttavia è certa: la storia dello Sprinter è ancora ben lungi dall’essere conclusa.

Una limited edition per il bestseller della Stella

Per i suoi primi 20 anni Sprinter  invita tutti i clienti al suo compleanno. Nel 1995 il van della Stella ha scritto rivoluzionato la storia dei veicoli commerciali. Nel corso degli anni il modello di maggior successo di Mercedes-Benz Van è diventato il punto di riferimento dei veicoli commerciali con peso complessivo di 3,5 t. Fino ad oggi sono stati costruiti circa 2,9 milioni di Sprinter ed il modello è stato venduto in tutto il mondo in oltre 150 mercati. Per festeggiare i primi 20 anni di questo best seller assoluto, Mercedes-Benz ha creato un modello speciale con dotazioni esclusive denominato ‘Edition Sprinter’.

‘Edition Sprinter’ viene offerto nelle versioni Furgone e Kombi in colore argento brillante metallizzato. Lo stesso colore utilizzato anche per la verniciatura dei paraurti del modello Edition: un’anteprima assoluta per Sprinter. Un’ulteriore novità è rappresentata dai gruppi ottici posteriori colorati in nero e dai cerchi in lega leggera da 16’’, anch’essi in colore nero. In alternativa, ‘Edition Sprinter’ è disponibile con cerchi in lega leggera da 17’’ in color argento brillante.
Il look del modello speciale è caratterizzato anche da una griglia del radiatore cromata e da una scritta sulla fiancata di Sprinter che segnala l’appartenenza del veicolo alla ‘Edition Sprinter’.

I tappetini con l’esclusivo logo ‘Edition Sprinter’ danno il benvenuto nell’abitacolo. La versione Sprinter Kombi è dotata inoltre di un volante rivestito in pelle e cristalli bruniti nella zona posteriore.

Modello speciale limitato a 2.000 esemplari in tutta Europa

‘Edition Sprinter’ è commercializzato in 19 Paesi europei, dalla Svezia alla Spagna, dalla Francia fino all’Ungheria, in soli 2.000 esemplari, di cui 30 destinati all’Italia.

X