venerdì, 1 Luglio 2022
HomeLogisticaLa Poste e Swiss Poste: prossima joint venture

La Poste e Swiss Poste: prossima joint venture

La Poste francese e Swiss Post, due dei principali operatori postali europei, annunciano l’intenzione di unire le rispettive attività transfrontaliere di corriere per sviluppare e rafforzare ulteriormente la loro attività di corriere a livello internazionale. L’alleanza potrebbe diventare operativa nel corso del 2012 sotto forma di una joint venture detenuta in parti uguali da La Poste e Swiss Post e destinata a posizionarsi tra gli operatori chiave di questo settore. Attualmente la joint venture, approvata dai Consigli di amministrazione delle due società, è condizionata dall’ottenimento di tutte le approvazioni regolamentari necessarie.

Il servizio di corriere internazionale è un mercato dinamico con ricavi stimati a oltre 10 miliardi di euro nel 2010. Nel corso degli ultimi anni e con lo scopo di sviluppare e rafforzare al massimo le proprie attività in questo settore, La Poste (La Poste Global Mail) e Swiss Post (Swiss Post International) hanno costituito una solida rete internazionale di filiali e cooperazioni presenti in mercati di corriere internazionali chiave quali Stati Uniti, Regno Unito, Europa continentale e Asia.

I due operatori sono complementari sia da un punto di vista geografico che da quello dei prodotti offerti e condividono inoltre l’ambizione di offrire soluzioni globali alle aziende che desiderano svilupparsi sul mercato internazionale.

Unendo le rispettive competenze e reti nel settore del corriere transfrontaliero, La Poste e la Posta Svizzera intendono offrire servizi ancora migliori ai propri clienti internazionali, rafforzando così la loro dinamica commerciale ed il valore dei loro investimenti.

La nuova società sarà in grado di attirare nuovi clienti grazie a soluzioni di alta qualità che soddisfano le necessità crescenti della propria base clienti.

La nuova joint venture combinerà i punti di forza e i valori di La Poste e Swiss Post e avrà sede a Parigi e Berna. La joint venture riduce inoltre il rischio imprenditoriale e unirà tutte le attività transfrontaliere di corriere di La Poste e Swiss Post, ad esclusione dell’attività transfrontaliera di corriere (in entrata e in uscita) in Francia e Svizzera. Gli obblighi legati al servizio universale di La Poste in Francia e di Swiss Post in Svizzera non saranno toccati dalla joint venture. La joint venture è condizionata dall’ottenimento di tutte le necessarie approvazioni regolamentari.

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X