martedì, 27 Settembre 2022
HomeVeicoliJoint venture tra Daimler Truck AG e il Gruppo Volvo per un'Europa...

Joint venture tra Daimler Truck AG e il Gruppo Volvo per un’Europa sostenibile

L’intenzione è quella di sviluppare, produrre e commercializzare sistemi a celle a combustibile per applicazioni su veicoli pesanti e altri casi d’uso. Daimler consoliderà tutte le sue attuali attività di celle a combustibile nella joint venture. Il Gruppo Volvo acquisirà il 50% nella joint venture per un importo di circa 0,6 miliardi di euro in contanti e senza indebitamento.

Secondo Martin Daum, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Daimler Truck AG e membro del Consiglio di Amministrazione di Daimler AG “I trasporti e la logistica mantengono il mondo in movimento e la necessità di trasporto continuerà a crescere. Un trasporto veramente neutro dal punto di vista delle emissioni di CO2 può essere realizzato attraverso trasmissioni elettriche con energia proveniente da batterie o convertendo l’idrogeno a bordo in elettricità. Per i camion che devono affrontare carichi pesanti e lunghe distanze le celle a combustibile sono una risposta importante e una tecnologia in cui Daimler ha accumulato negli ultimi due decenni una notevole esperienza tramite la sua unità Mercedes-Benz fuel cells. Questa iniziativa congiunta con il Gruppo Volvo è una pietra miliare nel portare i truck e gli autobus a celle a combustibile sulle nostre strade”.

Gli fa eco Martin Lundstedt, Presidente e CEO del Gruppo Volvo che afferma “L’elettrificazione del trasporto su strada è un elemento chiave per realizzare il cosiddetto Green Deal, un’Europa e un mondo neutrale dal punto di vista delle emissioni di anidride carbonica. L’utilizzo dell’idrogeno come vettore di elettricità green per alimentare i camion elettrici nelle operazioni a lungo raggio è una parte importante del puzzle e un complemento ai veicoli elettrici a batteria e ai carburanti rinnovabili. Combinare il Gruppo Volvo e l’esperienza di Daimler in questo settore per accelerare il tasso di sviluppo è un bene sia per i nostri clienti che per la società nel suo complesso. Con la costituzione di questa joint venture dimostriamo chiaramente che crediamo nelle celle a combustibile a idrogeno per i veicoli industriali. Ma affinché questa visione diventi realtà anche altre aziende e istituzioni devono sostenere e contribuire a questo sviluppo, non da ultimo per creare l’infrastruttura di carburante necessaria” .

Il Gruppo Volvo e Daimler Truck AG saranno partner al 50% nella joint venture che opererà come entità indipendente e autonoma, mentre Daimler Truck AG e il Gruppo Volvo continueranno a essere concorrenti in tutti gli altri settori di attività. Unendo le forze si ridurranno i costi di sviluppo per entrambe le società e si accelererà l’introduzione sul mercato dei sistemi a celle a combustibile nei prodotti utilizzati per il trasporto pesante e per le applicazioni a lungo raggio. Nel contesto dell’attuale crisi economica la cooperazione è diventata ancora più necessaria per raggiungere gli obiettivi del Green Deal entro un periodo di tempo fattibile.

L’obiettivo comune è che entrambe le aziende offrano, nella seconda metà del decennio, veicoli pesanti di serie con celle a combustibile per applicazioni a lungo raggio. Inoltre la nuova joint venture si occuperà di applicazioni in ambito automotive e non automotive.

Per abilitare la joint venture Daimler Trucks sta riunendo tutte le attività relative allo sviluppo di celle a combustibile in una nuova unità dedicata. Parte di questo raggruppamento di attività è l’assegnazione a Daimler Truck AG delle attività di “Mercedes-Benz Fuel Cell GmbH” che ha una lunga esperienza nello sviluppo di celle a combustibile e sistemi di stoccaggio di idrogeno per varie applicazioni su veicoli.

La joint venture includerà le attività di Nabern in Germania (attualmente sede della Mercedes-Benz Fuel Cell GmbH) con impianti di produzione in Germania e Canada.

L’accordo preliminare firmato non è vincolante. Un accordo definitivo è previsto entro il terzo trimestre e si concluderà entro la fine del 2020. Tutte le potenziali transazioni sono soggette all’esame e all’approvazione delle autorità competenti in materia di concorrenza.

Valeria Di Rosa
Valeria Di Rosa
Coordinatrice editoriale di Trasportare Oggi in Europa. [email protected]
X