martedì, 7 Dicembre 2021

Il furgone diventa… eDucato

Fiat Professionale eDucato non è solo un veicolo elettrico. È un nuovo sistema di mobilità sostenibile, studiato e sviluppato “con” i Clienti professionali e non semplicemente partendo dalle loro esigenze. In particolare DHL, first moover di questo nuovo veicolo pensato per cambiare la mobilità commerciale dei prossimi anni. Per E-Ducato si è partiti dall’idea di realizzare non solo un veicolo “green”, ma una soluzione di mobilità completa che si caratterizzasse per versatilità, affidabilità, efficienza e sostenibilità (intesa sia a livello ambientale che economico): in sintesi, uno strumento di lavoro per far crescere il business rispettando i dettami dell’ecologia, un modello pronto a ogni missione, che mira senza compromessi a essere il benchmark del mercato e che sarà in grado di fare le stesse cose dei veicoli con motore termico.

La strada per l’elettrificazione dei veicoli è lunga ma è ormai segnata – ha dichiarato Eric Laforge, head of LCV Enlarged Europe di Stellatis, – Ad oggi i veicoli elettrici in Europa sono poco più di 3000, ma nell’arco di 5 anni ci aspettiamo che il 25% del circolante sarà elettrico e in 10 anni si raggiungerà il 75%“.

Di certo la mobilità elettrica non è per tutti, bisogna avere la missione giusta e conoscere molto bene il proprio business. “Il vantaggio del mondo dei van – aggiunge Luca Marengo, Head of Product Marketing Fiat Professional EMEA presso Stellantis – è che i clienti possono programmare con esattezza i percorsi e la ricarica del veicolo può avvenire in azienda al termine della missione“.
Infatti sappiamo che il 70 per cento degli utenti di veicoli commerciali hanno una percorrenza giornaliera entro i 200 chilometri, distanza perfetta per le attuali autonomie delle batterie.

Architettura rivoluzionaria
Entriamo ora nel dettaglio dell’E-Ducato anticipandovi subito che Fiat Professional ha rivoluzionato la progettazione del catena cinematica elettrica e, in particolare, della gestione del parco batterie, realizzando un sistema in “parallelo” permettendo al veicolo di proseguire la marcia anche nel caso in cui una batteria dovesse guastarsi. Ma andiamo per gradi e… saliamo a bordo di E-Ducato, notando che il design esterno ed interno non è cambiato rispetto alla versione endotermica (se non ovviamente nel naming e nel quadro del cruscotto). Forse questa è una scelta voluta, anche se ci si sarebbe forse aspettati una nuova linea per il futuristico veicolo, per sottolineare che, rispetto al Diesel non cambia niente in termini di prestazioni e capacità di carico.

Il nuovo modello, infatti, può alloggiare in maniera ottimale le batterie sotto il pavimento, lasciando intatta la capacità di carico che va da 10 a 17 metri cubi di volume e quasi 2 tonnellate di peso. Altri evidenti vantaggi sono l’ottimale distribuzione dei pesi e l’abbassamento del centro di gravità, che migliora l’handling del veicolo in ogni condizione di carico. E-Ducato è in grado di raggiungere prestazioni equivalenti a quelle delle versioni equipaggiate con motori diesel, grazie ad un motore elettrico con una coppia massima di 280 NM che eroga fino a 90 kW di potenza (circa 122 cavalli) e un’accelerazione da 0 a 50km/h in 5 secondi.

L’Alimentazione e autonomia
E-Ducato è stato dotato di una serie di soluzioni modulari, a partire da 2 differenti configurazioni di batterie, da 47 kWh e da 79 kWh – Best in Class per la capacità elettrica installata – e 4 tipi di modalità di ricarica di cui tre disponibili al lancio. E-Ducato, con batterie da 47 kWh, può percorrere fino a 170 km in ciclo WLTP e fino a 235 km in ciclo urbano. Con batterie da 79 kWh le percorrenze salgono a 280 km secondo il ciclo WLTP, equivalenti a 370 km in ciclo urbano, e i tempi di attesa per una ricarica equivalente a 100km di percorrenza non superano la mezz’ora.

Va aggiunto che, per soddisfare una gamma di necessità così ampia e diversificata, E-Ducato offre anche il Drive Mode Selector che, in posizione “Normal”, assicura un ottimo bilanciamento tra performance e costi, mentre si può impostare il regime “Eco” per risparmiare energia. Nel caso invece in cui abbiamo a bordo un carico particolarmente pesante o siamo di fronte a una salita impegnativa, la scelta giusta è la modalità “Power”. E-Ducato ha inoltre due funzionalità per salvaguardare la “peace of mind” del conducente:
– il “Turtle Mode”, simile alla funzione risparmio batteria di un cellulare, che si attiva automaticamente in condizioni di bassa carica, limitando la performance del veicolo e garantendo un’estensione della carica dell’8-10%.
– il “Recovery Mode”, grazie al quale E-Ducato è l’unico veicolo elettrico che non si ferma mai. Infatti se un modulo batterie non funziona, gli altri continuano a operare garantendo la prosecuzione del lavoro.
E sempre a questo proposito, va ricordato che le batterie sono garantite per una durata di 10 anni o 220.000 km sulla versione da 70 kWh e 8 anni o 160.000 km sulla versione da 47 kWh.

Connettività per E-Ducato – Le App e i servizi
Nello sviluppo di E-Ducato non poteva mancare il contributo di Mopar, volto a mettere a disposizione degli operatori professionali nuovi e sofisticati strumenti, sia per migliorare l’efficienza nell’utilizzo dei veicoli, sia per valutare la profittabilità dei relativi costi di esercizio.
Particolare importanza è stata data a numerose funzioni attivabili “da remoto”, come My:Fleet Manager, il nuovo servizio di fleet management, incluso per 6 mesi nel prezzo del veicolo grazie ad una speciale promo dedicata a E-Ducato: tramite una piattaforma web, permette ai fleet manager di tenere sotto controllo in tempo reale le principali variabili per la gestione di ogni unità del parco veicoli, come chilometraggio, posizione e aggiornamento della manutenzione, programmi di ricarica e molto altro. Tutto allo scopo di migliorare efficienza e produttività della flotta, ridurre i costi, prevenire i rischi e garantire la sicurezza sia di veicolo che conducente.
Inoltre, la presenza della Mopar® Connect, di serie su tutti gli E-Ducato, offre numerosi altri servizi, come l’assistenza in caso di incidente o guasto (la Box telematica, rilevando la posizione del veicolo, garantisce un intervento tempestivo e mirato 24 ore su 24). Se il veicolo è stato rubato, il sistema potrà localizzarlo ed evitare che venga rimesso in moto, per facilitarne il ritrovamento. Inoltre tramite la mobile app Uconnect LIVE si potrà controllare di aver chiuso le portiere, rintracciare il punto in cui si è parcheggiato e ricevere un alert se il veicolo viene spostato da dove si trovava o se supera il limite di velocità preimpostato.
Sempre tramite la mobile app Uconnect LIVE vengono rese disponibili numerose altre funzionalità, come il my:Car, che permette di controllare da remoto il livello della batteria o la pressione degli pneumatici e di ricevere dei dettagliati report mensili sullo stato del veicolo. Il servizio my:Journey grazie al quale sarà possibile visualizzare e gestire tutti gli spostamenti effettuati; il pacchetto my:eCharge, sviluppato appositamente per E-Ducato, in grado di pianificare la ricarica, trovare, utilizzare e pagare le stazioni di ricarica pubbliche e gestire la ricarica della propria Wallbox connessa.

Lancio congiunto con DHL
E-Ducato è stato presentato “on the road” con una web conference collegata contemporaneamente a più sedi e condotta da Massimo Temporelli, docente universitario e appassionato divulgatore scientifico. Temporelli si è interfacciato con diversi manager Stellantis e DHL, tra cui Eric Laforge, Head of LCV Enlarged Europe di Stellantis, e Alberto Nobis, CEO of DHL EXPRESS Europe, che hanno approfondito il tema della collaborazione nata tra le due aziende in occasione della realizzazione del nuovo modello.

Alla base delle performances estremamente competitive di E-Ducato, ci sono cinque anni di rilevazione dati di guida in real life, attraverso l’analisi di 4.000 veicoli connessi che hanno scaricato dati per 1 anno, durante il quale i veicoli hanno percorso oltre 50 milioni di chilometri, in tutte le condizioni di guida, di carico e di temperatura esterna. Un lavoro svolto a ritmo serrato, in strettissima collaborazione coi clienti rappresentanti di diverse tipologie di consegna e missione professionale, al fine di identificare, già in fase di progetto, soluzioni su misura, non solo specifiche ma soprattutto reali sui bisogni dei singoli clienti.

 

GUARDA IL VIDEO SULLE PERFORMANCE

 

X