venerdì, 1 Luglio 2022
HomeUltim'oraFesta Unità Italia: ANITA scrive al governo

Festa Unità Italia: ANITA scrive al governo

In merito al dibattito degli ultimi giorni sull’istituzione della festività del 17 Marzo per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, ANITA ha scritto alla Presidenza del Consiglio e ai ministri Matteoli, Tremonti e Romani per esprimere alcune perplessità. Per ANITA, è importante festeggiare tale ricorrenza perché si tratta di una data fondamentale per la storia del Paese.

Tuttavia, la festività introdotta a metà della settimana lavorativa, espone le imprese al rischio di un “ponte lungo” che annulla tutti gli sforzi fatti – in fase di rinnovo del CCNL di settore – tendenti a recuperare ogni possibile margine di produttività, essendo gravate da un elevato costo del lavoro che le rende deboli e poco competitive rispetto a quelle degli altri Paesi.

Tale festività, inoltre, si aggiunge alle numerose giornate nelle quali le imprese di autotrasporto non possono esercitare la propria attività a causa del calendario dei divieti di circolazione per i veicoli commerciali, tra i più penalizzanti d’Europa.
 
Pertanto ANITA si unisce all’appello di Confindustria, nel chiedere che la giornata del 17 marzo venga celebrata come una ricorrenza importante, ma senza che ciò comporti la perdita di preziose ore di lavoro o un aggravio di costi per le imprese.

Da ANITA

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X