martedì, 7 Febbraio 2023
HomeEventiDakar 2023, nei camion vince van Kasteren su IVECO

Dakar 2023, nei camion vince van Kasteren su IVECO

Si è chiusa l’edizione 2023 della Dakar. I risultati.

L’olandese Janus van Kasteren sull’IVECO Powerstar numero 501, del team Boss Machinery de Rooy con un settimo posto nell’ultima tappa, la quattordicesima, ha vinto la quarantatreesima edizione della Dakar, categoria T5, Camion che per la terza volta si è corsa in Arabia Saudita.

Dietro di lui altri tre Powerstar, quello di Martin Macik, iscritto dalla MM Technology e gli altri due del team de Rooy, ma con livrea Eurol, rispettivamente di Martin van Den Brink (terzo) e del figlio di questi, il ventenne e vera rivelazione della corsa Mitchel, (quarto).
Con questa vittoria IVECO interrompe il dominio incontrastato di Kamatz, nella Dakar, che durava dal 2017 e porta a tre le vittorie nella classica Rally-Raid dopo quelle ottenute da Gerard de Rooy (oggi team principal ) nel 2012 e nel 2016, in Argentina.

Quattro vittorie per il team de Rooy

Sono quattro invece le vittorie per la scuderia de Rooy, quest’anno divisa in due team dai colori diversi, Boss Machinery ed Eurol, che alle tre affermazioni con l’IVECO può sommare quella di Jan de Rooy con il mitico DAF Twin Turbo nella Parigi-Algeri-Dakar del 1987.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trasportare Oggi in Europa (@trasportareoggi)


Che i Powerstar schierati dalle varie squadre avrebbero, alla fine, avuto buon gioco lo si è capito presto, considerando che delle quattordici tappe, i veicoli della Casa italiana, ne hanno vinte dieci, lasciando ad Ales Loprais con il Praga V4S DKR due speciali e una ciascuna al Renault C460 di Pascal De Baar e al Tatra di Vaidotas Paskevicius.

Il ritiro di Ales Loprais

Unico vero avversario dei Powerstar è stato Ales Loprais con il suo Praga V4S DKR, veicolo forse meno performante degli IVECO, ma agile, leggero e decisamente affidabile. Il ceco non si è presentato alla partenza della decima tappa dopo che in quella precedente, aveva, non per sua colpa, investito e ucciso uno spettatore.
Anche se la corsa verso il traguardo dei Powerstar è stata agevolata proprio dal ritiro di Loprais, già dalle tappe immediatamente precedenti al ritiro era chiaro che la leadership in classifica di Loprais aveva le ore contate, visti i quattro IVECO che lo inseguivano da molto vicino.
D’altra parte tutti i Powerstar schierati hanno dimostrato una superiorità tecnica indiscutibile. Sarebbe interessante capire come i velocissimi camion italiani si sarebbero comportati, quest’anno, davanti a i “mostri” Kamatz che, va ricordato, hanno vinto diciannove delle quarantatré edizioni, prima in Africa, poi in Sudamerica, quindi in Arabia Saudita.

La squadra Kamaz non ammessa alla gara

La squadra russa quest’anno non è stata ammessa a causa delle sanzioni che la FIA ha adottato nei confronti di team e piloti russi a seguito dell’aggressione russa all’Ucraina, ma ci piace pensare che anche con la presenza dello squadrone russo, viste anche le difficoltà del terreno sul quale si è disputata la gara, peraltro durissima e molto selettiva, i Powerstar avrebbero potuto dire la loro, grazie anche a un approccio alla gara, da parte del team de Rooy, non troppo diverso da quello che, probabilmente, avrebbero dato i russi.
Buona la gara dell’equipaggio italiano formato da Claudio Bellina, Bruno Gotti e Giulio Minelli con il Powerstar dell’Italtrans iscritto dalla MM Techologies, ritardati da una serie di inconvenienti, ma tredicesimi assoluti e settimi tra i team su IVECO.

In definitiva l’edizione del Rally Dakar 2023 è stata una vittoria netta e indiscutibile di IVECO, che ha piazzato addirittura sei veicoli nei primi otto posti della classifica finale

La classifica finale

  1. 502 VAN KASTEREN, RODEWALD, SNIJDERS – BOSS MACHINERY TEAM DE ROOY IVECO – 54H 03’33’’
  2. 501 MACIK, TOMASEK, SVANDA – MM TECHNOLOGY ( IVECO) – 55H 18’07’’
  3. 506 MA. VAN DENBRINK, KOFMAN, MOUW — EUROL TEAM DE ROOY IVECO – 56H 43’55’’
  4. 511 MI. VAN DENBRINK, VAN DEPOL, TORRALLARDONA- EUROL DE ROOY IVECO – 58H 06’’02′ 30”
  5. 505 VALTR, KILIAN, SIKOLA – TATRA BUGGYRA ZM RACING – 59H 09′42”
  6. 503 SOLTYS, KREJCI, HOFFMANN – TATRA BUGGYRA ZM RACING – 63H 12′ 16”
  7. 512 B.VAN DE LAAR, J. VAN DE LAAR, HUIJGENS – VAN DE LAAR RACING (IVECO) – 64H 52′54”
  8. 510 – DE GROOT,LAAN,HULSENBOSH – FIREMAN TEAM (IVECO) – 67H48’48’’
  9. 509 VRATNY, BOBA,MARTINEC – FESH FESH TEAM (TATRA) -68H27’ 25’’
  10. 509 – SUGAWARA,SOMEMIYA, MOCHZUKI – HINO TEAM SUGAWARA – 72H 58’33’’
Ferruccio Venturoli
Ferruccio Venturoli
Vicedirettore e co-conduttore Trasportare Oggi On Air [email protected]
X