sabato, 25 Giugno 2022
HomeLogisticaCONTSHIP ITALIA: 2008 POSITIVO E IN CONTROTENDENZA RISPETTO AL MERCATO ITALIANO

CONTSHIP ITALIA: 2008 POSITIVO E IN CONTROTENDENZA RISPETTO AL MERCATO ITALIANO

Il gruppo Contship Italia archivia il 2008 con un risultato molto positivo specie se calato in una situazione di mercato già pesantemente condizionata dalla recessione economica in atto e quindi dalla brusca contrazione dei volumi anche sulle rotte del traffico container.
A fronte di una flessione media dell’1,1% subita dai principali porti italiani tutti i terminal del gruppo hanno tenuto, con punte di eccellenza a Livorno e a La Spezia. Il Terminal Darsena Toscana cresce del 17,4% e La Spezia Container Terminal, oltre a confermare il primato mediterraneo della più alta produttività per metro quadro, sorpassa, con il nuovo record storico di un milione e 51mila TEU i principali concorrenti dell’area nord tirrenica.
Anche a Gioia Tauro, Medcenter Container Terminal consolida la forte crescita del 2007 e si prepara a gestire con continuità l’arrivo delle più grandi navi portacontainer classe 14.000 TEU confermando il proprio ruolo strategico tra i grandi hub di transhipment.
Contship Italia rafforza inoltre in modo significativo il suo posizionamento strategico nel Mediterraneo attraverso la presenza a Tangeri, terminal dove sono arrivate in questi giorni le ultime 3 nuove gru super post panamax e che segnala uno start up positivo delle attività commerciali avviate a partire da Ottobre 2008.

Il 2008, secondo gli indicatori dell’ufficio studi Contship, ha evidenziato difficoltà’ e criticità’ su più’ fronti del trasporto italiano, subendo anche le conseguenze negative di un globale ripensamento delle strategie delle grandi linee. Il gruppo Contship ha reagito in modo positivo riuscendo in particolare a rilanciare il porto di Cagliari che negli ultimi mesi dell’anno ha invertito il trend negativo e vanta oggi uno zoccolo duro di linee e traffici che proiettano lo scalo nella mappa delle principali rotte internazionali.

Il Gruppo Contship Italia è riuscito anche a tamponare sul fronte intermodale gli effetti negativi della recessione (che pur risultano evidenti nel consuntivo 2008) e di scelte strategiche del principale operatore ferroviario. La Sogemar mantiene comunque la sua leadership sul mercato italiano.

Il 2009 si presenta gravato di forti criticità e da numerosi elementi di incertezza: di qui la scelta della holding Contship Italia di monitorare e aggiornare costantemente la sua strategia ridisegnando il planning e il timing degli investimenti programmati nel gruppo. Scelta questa comune ai maggiori attori del trasporto containerizzato che stanno procedendo ad una nuova schedulazione dei piani di investimento e di potenziamento della flotta oltre ad un nuovo disegno dei servizi a cui seguirà una revisione delle scelte strategiche in tema di porti.

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X