domenica, 4 Dicembre 2022
HomeUltim'oraAdriatic Lines al servizio dell’autotrasporto

Adriatic Lines al servizio dell’autotrasporto

 A tre mesi dal lancio della nuova linea Ravenna-Corinto dedicata al solo trasporto merci, Adriatic Lines registra una crescita settimanale del 10% con oltre 400 clienti che hanno già utilizzato il servizio. La compagnia comunica che le partenze nei giorni di punta sono spesso complete, il fattore di carico complessivo è già oltre il 60% e il 95 % delle corse viene operato in orario; solo il 2% accumula più di due ore di ritardo. La flotta Adriatic Lines consiste di due traghetti appositamente costruiti per il solo trasporto merci e offre la più grande capacità di carico del Mar Adriatico, dedicata al traffico camionistico durante tutto il corso dell’anno.

“Ci siamo resi conto che le aziende di autotrasporto che gestiscono flussi di merce tra i due Paesi sono state regolarmente costrette ad adattarsi a linee concepite sostanzialmente per il trasporto di turisti e autovetture: la localizzazione e le caratteristiche dei porti e le dotazioni di bordo sono calibrate sulle aspettative di un’utenza turistica, non consentendo pertanto la contemporanea offerta alla clientela “merci” di un servizio più essenziale ma in quanto tale più efficiente.”

Traghetti con servizi da minicrociere, porti localizzati strategicamente per il turismo: l’utenza del segmento merci è di fatto costretta ad usufruire di un’offerta concepita per una clientela le cui esigenze sono generalmente “ridondanti” rispetto al controllo dei costi che rappresenta la priorità delle aziende di trasporti. A ciò si aggiunga che durante il periodo estivo la priorità d’imbarco viene tendenzialmente riservata al ben più redditizio traffico turistico, con la conseguenza che camion e autisti si trovano regolarmente alle prese con la scarsa disponibilità di spazi. Adriatic Lines si propone come catalizzatore e promotore di un cambiamento radicale di queste dinamiche, conferendo alle società di trasporto il potere di ottimizzare e controllare meglio i propri costi, nonché di relazionarsi a un vero e proprio partner che non ha altre priorità se non la soddisfazione della clientela merci.

“Un servizio esclusivamente dedicato al trasporto delle merci è la chiave del nostro approccio. Le aziende che scelgono di imbarcare con noi hanno la possibilità di risparmiare sui costi di trasporto, fino al 20%. Non solo, sono in grado di pianificare e gestire meglio il proprio traffico indipendentemente dalla stagionalità dell’offerta, potendo contare su un supporto costante per 12 mesi all’anno. La prima risposta dei clienti è molto positiva, la rotta si sta consolidando e contiamo di trasportare dai 30.000 ai 35.000 camion all’anno, che rappresenta peraltro una quota marginale dell’intero mercato dei flussi sull’Adriatico”

Sotto ogni profilo, ogni scelta compiuta da Adriatic Lines conferma questa visione:

Il terminal di Ravenna è ampio e configurato per accogliere esclusivamente traffico pesante, dispone per esempio di un parcheggio sicuro per 300 rimorchi. La sua posizione strategica, vicino alla principale arteria autostradale A1 e a 150 km a nord di Ancona consente di contenere percorrenze stradali e quindi carburante e pedaggi.

La scelta del porto di Corinto è ispirata a principi analoghi; situato a soli 65 km da Atene, consente di evitare i 135 km in provenienza da Patrasso, porto di attracco delle principali linee di collegamento con la Grecia.

I due traghetti Adriatic Lines possono trasportare ciascuno fino a 165 tra camion e rimorchi. Gli autisti vengono alloggiati in 120 comode cabine con servizi, che unitamente ai pasti gratuiti sono comprese nell’offerta all inclusive della compagnia.

Le attuali 4 corse settimanali saranno a breve portate a sei

Joint-venture tra l’italiana Trans Ferry e la greca Ocean Finance, Adriatic Lines è una delle 4 linee RORO selezionate dalla Comunità Europea nell’ambito del Programma Marco Polo. Le iniziative che rientrano nel programma realizzano un trasferimento di traffico pesante dalla strada al mare, alla ferrovia, alle vie d’acqua interne riducendo così la congestione stradale, migliorando le condizioni ambientali e contribuendo a un sistema di trasporti efficace e sostenibile.

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X