giovedì, 30 Giugno 2022
HomeLogisticaAccordo porto Savona e polo logistico di Mortara

Accordo porto Savona e polo logistico di Mortara

L'Autorità Portuale di Savona e la Polo Logistico Integrato di Mortara Spa hanno siglato un protocollo d'intesa con l'obiettivo di sviluppare sinergie fra il porto ligure e le aree retroportuali esistenti anche attraverso l'impostazione di servizi di navettamento ferroviari per favorire il rapido inoltro di grandi volumi di merce alleggerendo la pressione sulla rete stradale.

L'Autorità Portuale ha reso noto che, dopo la visita ai due bacini portuali di Savona e Vado Ligure e alle aree logistiche dell'Interporto di Vado I.O. (VIO), l'amministratore delegato del Polo Logistico Integrato di Mortara, Andrea Astolfi, il presidente dell'Autorità Portuale di Savona, Rino Canavese, e il presidente della Camera di Commercio di Pavia, Giacomo De Ghislanzoni Cardoli, quale garante delle attività di promozione e sviluppo, hanno concretamente definito le prossime attività sinergiche che si concretizzeranno, come primo passo, con il trasferimento via treno di merci da Vado già a partire dal prossimo novembre.

Inoltre l'Autorità Portuale di Savona ha ricordato che, ritenendo il trasporto ferroviario uno strumento indispensabile in considerazione delle prospettive di crescita dei traffici con la realizzazione della piattaforma Maersk a Vado Ligure, l'ente ha da tempo avviato un percorso di riorganizzazione e potenziamento del comparto ferroviario sfociato a fine luglio con un accordo siglato tra Trenitalia Cargo, Autorità Portuale di Savona e Fer.Net (società partecipata da Interporto di Vado Ligure, Gruppo Gavio e Rivalta Terminal Europa). Si tratta di un'intesa per una gestione del settore ferroviario tra il porto di Savona e la retroportualità che mette insieme per le brevi distanze la manovra portuale e il navettamento ai retroporti. In primo piano nell'accordo ci sono infatti – ha precisato l'ente portuale – le realtà retroportuali di Rivalta Scrivia e Mortara verso le quali il servizio sarà condotto dal sistema Autorità Portuale – Serfer – Fer.Net.

«Costruire un sistema che integra porto, logistica e ferrovia – ha spiegato Canavese – consente la crescita dei traffici garantendone efficienza e sostenibilità. L'interporto di Mortara rappresenta uno dei più importanti impianti per la logistica integrata presenti in Lombardia, e più in generale nel Nord Italia, con una produttività che tocca il milione e mezzo di tonnellate di traffico intermodale l'anno. Il fattore decisivo di questa eccellenza è rappresentato dalla prossimità strategica con le principali strutture viarie che intercettano naturalmente i traffici lungo le direttrici nord-sud ed est-ovest Italia».

Da Informare

Luca Barassi
Luca Barassi
Direttore editoriale e responsabile.
X